Corrispondenze planetarie

Pianeta – Metallo – Pianta – Incenso – centro nervosoTarocco

Saturno  – piombo  – ontano –  mirra – plesso sacrale –  Il Mondo

Giove – stagno – quercia – cedro – plesso solare – La Ruota della Fortuna

Marte – ferro – agrifoglio – erica – ganglio prostatico – La Torre

Sole – oro – betulla – olibano – plesso cardiaco – Il sole

Venere – rame ottone – melo – rosa – plesso faringeo – L’imperatrice

Mercurio – mercurio – nocciolo – storace – ghiandola pineale – il Bagatto

Luna – argento – salice – gelsomino – ghiandola pituitara – La luna  

Mahan Priti Anna

I miei seminari, le conferenze, le lezioni i corsi e le consulenze personali, sono tutte a contributo libero, per maggiori informazioni scrivi a questa mail : bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
tarocchi

Segni zodiacali, colori e corrispondenze nei tarocchi

Ariete – rosso – L’ Imperatore

Toro – rosso-arancio – Il Papa

Gemelli – arancio – Gli Amanti

Cancro – giallo-arancio – Il Carro

Leone – giallo – La Forza

Vergine – giallo-verde – L’Eremita

Bilancia – verde – La Giustizia

Scorpione – blu-verde – La Morte

Sagittario – blu – La Temperanza

Capricorno – blu-viola – Il Diavolo

Acquario – viola – Le Stelle

Pesci – rosso-viola – La Luna

Semi e carte dei tarocchi correlati ai quattro elementi

Nei tarocchi il seme di Bastoni e la carta della Giustizia appartengono all’elemento Fuoco; le Coppe e l’Impiccato all’Acqua; le Spade e il Matto all’Aria; infine i Danari (detti anche Pentacoli) all’elemento Terra.

Mahan Priti Anna

I miei seminari, consulenze personali, corsi, sono tutte a contributo libero, per maggiori informazioni, scrivi a questa mail:

bluscorpionavallone@gmail.com bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
Senza categoria

5 modi per guarire attraverso i tarocchi

Oltre al processo di lettura delle carte, i tarocchi possono offrire guarigione in molti modi. Possiamo usare le immagini dei tarocchi nella meditazione, visualizzazione, definizione degli obiettivi, magia e manifestazione.

Meditazione Dei Tarocchi

La meditazione dei tarocchi può assumere molte forme. Un modo per usare la meditazione dei tarocchi per la guarigione è questo. Guarda attraverso il mazzo e scegli un’immagine che descriva una situazione attuale che vuoi cambiare o una sensazione attuale che devi lasciare andare.

1. Diventa La Persona Nella Carta Dei Tarocchi

Un modo per eseguire una meditazione curativa è diventare la persona nell’immagine. Decidi che non vuoi o non hai più bisogno di stare in quel posto bloccato. Trova una via d’uscita.

2. Avere Una Conversazione Con La Persona Nella Carta Dei Tarocchi

Un altro modo per lavorare con i tarocchi è entrare nella carta come osservatore. Tieni una conversazione con l’immagine della carta che ai scelto. Chiedile perché è lì. Falle domande sulla sua situazione e guarda come risponde. Qui, il tuo subconscio comunicherà con la tua mente cosciente. Le informazioni che ricevi potrebbero essere estremamente preziose nel tuo processo di guarigione. 

3. Impara Dai Tratti Caratteriali Della Carta Dei Tarocchi

Puoi usare i tarocchi per sviluppare tratti caratteriali benefici. Guarda le carte e trova quella che rappresenta le qualità personali che vorresti sviluppare dentro di te. Prendi quella carta come la tua nuova manifestazione, la carta che ti rappresenta. Vedi te stesso come quel personaggio. Presta attenzione quando emerge nelle letture. Usalo per plasmare il tuo senso di identità personale.

4. Concentrati Su Ciò Che Vuoi Manifestare

Trova una carta che rappresenti ciò che vuoi ottenere. Medita sull’immagine, tieni la carta sul tuo altare, tieni il corpo nella posizione del personaggio della carta o tieni la carta sotto il cuscino. Fai tutto il necessario per rendere quell’immagine parte della tua stessa energia. Inspiralo, tienilo al cuore, visualizza te stesso nell’immagine – fai tutto ciò che ti sembra giusto. Man mano che abbracci l’energia della carta, sarà resa manifesta nella tua vita.

5. Bandire Le Cattive Abitudini O Porre Fine A Un Ciclo Negativo

Se c’è qualcosa che vuoi bandire dalla tua vita, anche i tarocchi possono aiutarti. Se vuoi rompere una cattiva abitudine, guarire da una malattia o terminare un ciclo della tua vita, puoi scegliere una carta per rappresentare ciò che sei pronto a rilasciare. Posiziona la carta a faccia in giù sul tavolo e afferma il tuo potere di staccarti da ciò che non ti serve più. Puoi persino stampare una copia dell’immagine e distruggerla. Mentre lo fai, sentiti liberato da ciò che ti ha reso schiavo.

Ognuno dovrebbe essere in grado di avere un colloquio proficuo con se stesso, se la nostra mente gira a vuoto per il 99 per cento del tempo, possiamo di tanto in tanto attribuirle degli esercizi, e scoprire così il grande potenziale di avere una mente, che oltre portare soluzioni razionali, riesce a collaborare attivamente, anche con i problemi spirituali e di guarigione. La prima regola da seguire è sicuramente quella di comprendere che non c’è nessun nemico e che tutto lavora costantemente per farti avanzare

Mahan Priti Anna

Categorie
Senza categoria

Cosa sta succedendo nella nostra consapevolezza?

Molti di noi stanno riconoscendo che in questo silenzio sta germogliando il nostro fiore (la nostra essenza) nella sua totale unicità, abbiamo è vero una visione intermittente di questa nuova realtà, certe volte ci sovrasta e certe volte appare come già partecipata ottenuta o se vogliamo consumata (questo, accade, quando per conoscerla (la nostra unicità) ci rifacciamo a certi schemi acquisiti, quando cioè non sperimentiamo l’esperienza totalmente, e lasciamo che sia solo l’intelletto a guidarci.

In questi giorni così particolari, le notizie che ci vengono fornite sembrano un miscuglio di consigli di una madre stereotipata e antiquata , che ammonisce i suoi eterni bambini a lavarsi le mani e a non uscire di casa, perché, noi bambini, non comprendiamo cosa significa morire e contagiare, e le drammatiche invettive di un padre aggressivo pronto a rinchiuderci nello stanzino al buio se non ci comportiamo bene, se non ascoltiamo la madre. Molti di noi si stanno chiedendo, cosa fare, come liberarci dai genitori, come sottrarci alla loro egemonia, e, finalmente compiere il nostro destino? Bene il sei di spade risponde prontamente a questa domanda, c’è per adesso una rivoluzione più profonda, (della quale i genitori dispotici sanno poco, e del resto fanno affidamento sul fatto che questa rivolta sia una fissazione adolescenziale) la nostra coscienza umana (cioè la consapevolezza di noi stessi), si sta riconoscendo nella Coscienza Universale. Ed è per questo che noi, non guardiamo a questo evento con la paura che ci vogliono infondere, nella Coscienza Universale non vi è separazione, la separazione accade quando c’è l’ignoranza, l’arrivismo e la competizione.

I nostri sentimenti quindi le nostre intenzioni sono tutte in potenza, può succedere qualunque cosa, la via del misticismo è aperta e contiene in se tutto, questa non è una strada ma è un accadere attimo per attimo, la chiave è semplicemente essere, accettarsi, la comunicazione, si sta affinando e in ultima analisi, possiamo compiere il passo di essere ciò che siamo, se non cogliamo questa opportunità faremo il gioco dei genitori dispotici, che preferiscono avere un bambino ottuso per sempre per gestirlo esibirlo e sfruttarlo.

Infine stiamo riconoscendo le capacità che, in quanto esseri umani, possediamo tutti indistintamente, abbiamo una forza ed una resistenza impareggiabile, abbiamo la capacità di governare i nostri corpi spirituali la mente la psiche e lo spirito, e possiamo donarci e servire gli altri, questo è il passo che ci attende e, a questo tutti noi siamo chiamati, e ovvio che alcuni risponderanno in un modo ed altri in un altro, ma l’Universo concede a tutti i suoi figli la possibilità di evolversi. Come useremo questi doni, e cosa ne faremo, diventa un discorso personale, sul quale sarà bene interrogarci. Le dinamiche personali anche quelle opportuniste sono diventate tutte chiare ai nostri occhi, quindi non dovrebbe risultare difficile comprendere, quando, decidiamo di offendere la nostra reale essenza…. tradendo così l’umanità intera.

Mahan Priti

Categorie
Senza categoria

Cronache dell’Akasha – I tarocchi del cammino – settimana dal 3 al 9 febbraio 2020 –

Elemento terra ed acqua saranno i protagonisti di questa settimana, con l’invito a comprendere, che essi non sono separati, non esiste un contenitore acqua, e un contenitore terra, gli elementi fluiscono l’uno nell’altro, per comodità diamo un nome alle loro qualità specifiche, ma sono interconnessi. l’invito di questa settimana è proprio quello di affinare la capacità di sentire questa profonda interconnessione in tutte le cose della vita.

Sotto pressione sarà il nostro ego, alcuni buoni risultati che abbiamo raggiunto potranno confonderci, inducendoci a pensare di essere imbattibili, non corriamo questo rischio e attribuiamo le nostre conquiste alla parte divina che ci abita, non dimentichiamo di ascoltare ed amplificare il sentimento della gratitudine.

La tenacia è la costanza potranno essere premiati, in tutti i settori della vita, gli sforzi che compiamo, avranno uno sbocco positivo e solido. in questi casi attenti sempre al rovescio della medaglia, siamo veramente pronti a comprendere che la vita è come una onda radio con alti e bassi, se fossimo in questa sintonia profonda, le cose ci sconvolgerebbero un po’ di meno.

il consiglio è per questa settimana di tendere o proiettare ciò che avete intenzione di manifestare tra qualche mese, c’è una buona connessione, nei corpi sottili che ci consente di essere capaci perchè più leggeri.

Se avete questioni insolute dentro di voi questo è un buon momento per chiedere lumi a qualcuno che nella vostra vita spirituale e pratica, vedete come una persona saggia.

la meditazione che consiglio del Kundalini Yoga di Yoghi Bhajan lavora sulla nostra forza di volontà per affrontare i cambiamenti continui ai quali siamo sottoposti :

Il mio augurio per questa settima, è che riusciate a sentire, la vostra unicità, sempre

Mahan Priti Kaur

Se vuoi un consulto personale puoi scrivere alla mia mail bluscorpionavallonegmailcom

Categorie
Senza categoria

Cronache dell’Akasha – I tarocchi del cammino – settimana dal 27 al 2 febbraio 2020

Come contenere le nostre molteplici emozioni, come fare se tali emozioni, generano una infinità di pensieri fino a tramutarsi in ossessioni? Qual’è la strada del contenimento e dell’armonia e come guardare le emozioni, per quello che semplicemente sono?

A queste domande i tarocchi ci dicono che la stabilità avviene attraverso la continua conoscenza e investigazione di quello che siamo nel senso più profondo, da dove veniamo a cosa apparteniamo, i tarocchi ci invitano a rendere più solidi i nostri principi e le nostre radici, solo attraverso questo sistema possiamo gentilmente spiccare il volo verso la realizzazione in questa settimana, di alcune cose che ci sono molto a cuore.

Queste cose riguardano progetti e obiettivi che hanno a che fare con la nostra potenziale creatività con la nostra manualità e con i pensieri che diventano azioni e prospetti di avanzamento spirituale, e quindi di vita pratica.

Tieni il tuo cuore al primo posto, pensa alle qualità che ti appartengono alla eredità che ti sono state lasciate da tutte le tue esperienze passate e anche dalle tue precedenti reincarnazioni. Non bussare a porte che ti sono già state chiuse, impara a passare oltre, impara a comprendere e a sentire, che alcune cose e quindi anche alcune emozioni, appartengono alla tua abitudine di affrontare la vita, al tuo modo errato di proiettarti, sei invitato a cambiarle a progredire a non cristallizzarti.

Prova pensarti con il cuore nel tuo presente, con i piedi nella terra del tuo passato quindi nelle tue radici e con gli occhi proiettati verso una rinascita e una riaffermazione di quello che sei veramente.

Questa settimana consiglio di praticare una magnifica meditazione del Kundalini Yoga, lasciataci dal nostro Maestro Yogi Bhajan, che lavora sull’Aura. Abbiamo la necessità di sentirci protetti, di rafforzarci e di non permettere a nulla di attaccarci, e contemporaneamente a lasciare andare ciò che non ci serve più.

Vi auguro una meravigliosa settimana di connessione con la vostra parte più luminosa.

Categorie
Senza categoria

Cronache dall’Akasha -I tarocchi del cammino – settimana dal 13 al 19 gennaio

Questa settimana saremo spinti a dare uno sguardo al nostro passato cercando in esso un conforto e una direzione, a volte la vita sembra un susseguirsi di esperienze simili tra loro, infatti l’universo ci “spinge” a fare esperienza di una certa cosa e fino a quando non decidiamo di entrare in questa cosa, il cerchio non si chiude mai.

Dobbiamo imparare ad essere maggiormente ricettivi ed accettare le cose per come vengono senza impugnare la spada e metterci a combattere con i mulini a vento. La nostra struttura spirituale, certe volte prende delle forme misteriose e spesso segue dei cammini che ci sembrano tortuosi e poco chiari, il punto è che noi abbiamo paura del vuoto, ed ogni volta che ci imbattiamo in un vuoto lo riempiamo di pensieri inutili e dannosi.

Il consiglio più netto per questa settimana è quello di seguire un ritmo costante di essere presenti e di aumentare la nostra autodisciplina, dobbiamo essere capaci in questa settimana di operare delle scelte con equità e rigore mentale, non tutte le proposte che riceviamo saranno accettabili, dobbiamo discernere e dividerci da quello che sentiamo non ci appartiene più.

Il lato economico subirà un miglioramento nel fine settimana, se mettiamo in atto un atteggiamento di costanza e determinazione, e se, teniamo conto che alcuni aspetti delle questioni che più ci stanno a cuore, non dipendono esclusivamente dalle nostre decisioni, ma anche dalla partecipazione di altre persone, che hanno obiettivi diversi.

La meditazione che consiglio per questa settimana del Kundalini Yoga del Maestro Yogi Bhajan è :

Vi auguro una felice settimana e vi incito a cercare nel vostro bagaglio la cartelletta spontaneità!

Mahan Priti Kaur

Per consulti contatta la mia mail : bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
Senza categoria

Cronache dell’ Akasha – I tarocchi del cammino –

Il 2020 secondo i tarocchi di marsiglia

Da un primo sguardo generale si può immediatamente notare che le carte mettono in evidenza per quest’anno due elementi sui quali lavorare ed equilibrare: la terra ed il fuoco.

Questi due elementi ci metteranno i bastoni tra le ruote se non equilibrati con tutti gli altri. Saremo, perciò spesso tentati ad usare dei modi diretti e sbrigativi anche quando non necessario, correndo il rischio di fraintendimenti e incomprensioni. Le nostre preoccupazioni si indirizzeranno quindi generalmente verso la materiallità da una parte e la volatilità dall’altra, bella impresa!

Se trasportiamo questo ragionamento sulla vita della madre terra compresi noi esseri umani sarà facile individuare quali possono essere i problemi e i rischi che si corrono, ira e distruzione sono sicuramente le prime cose che ci vengono in mente, ma anche come dicevo se equilibrati amore per la stabilità e volontà di purificazione.

Ma andiamo nel dettaglio la prima carta ci dice immediatamente che siamo in una “bolla”, tutti incatenati al desiderio di possesso di ogni genere di bene materiale e immateriale, tutti proiettati ad ottenere e costruire, senza peraltro, abbandonare quello che già si ha. Completamente dimentichi della legge del “non attaccamento”. In questi giorni mi è capitata tra le mani una lecture di Yogi Bhajan che tra le altre cose diceva così : “Volete tutto, ma non sapete seminarlo……C’è una legge che non puoi attraversare: si chiama Legge della Natura Creativa. O le cose verranno sempre da te, o andrai sempre dietro alle cose; non può essere che a volte insegui le cose e a volte le cose ti inseguono. È sbagliato! Non succede mai, e questa è la principale confusione”.

Nel libro “I quattro accordi” uno degli accordi è “fai del tuo meglio”, è un invito semplice che non ha bisogno di alcuna spiegazione, e che se praticato, ci può aiutare a mantenere l’equilibrio tra la tendenza a strafare per raggiungere l’obiettivo, e quella sensazione di pace che si produce, quando conscio che hai fatto il tuo meglio, non devi fare null’altro.

Servirebbe spendere altre parole sulla necessità di lavorare sul proprio ego e sul famoso ego spirituale che ci annebbia la vista ogni tanto facendo passare per buono ogni azione compiuta in realtà solo per aumentare il fuoco del nostro terzo chakra, che in definitiva alla fine si ritorce contro noi stessi? Cosa fare dunque in questo caso? Tutti i grandi saggi ci invitano al contatto con la natura, scegliere di passeggiare in riva al mare oppure in un bosco, magari con le spalle rilassate, lasciando andare al mare e agli alberi tutte le nostre fissazioni tutti i nostri “obiettivi”, ricordandoci semplicemente che il nostro cuore batte e che siamo vivi.

Non dobbiamo raggiungere nessun obbiettivo, dobbiamo raggiungere noi stessi, il resto arriverà da solo, il fuoco che nel cuore è mitigato ci invita a sviluppare innanzitutto l’intuizione, quella capacità che ci consente di connetterci alle cose aldilà del velo di Maya, che ci da la coscienza di arrivare all’essenza tranquillizzando il rumore della mente; il chakra del cuore è la maturità emotiva, è la porta del vero sentiero spirituale. Gurdjieff definiva il cuore come “amore della coscienza”

Non vi lascerò il tempo di obiettare che la vita è fatta di altre cose e che ogni tanto è necessario essere con i piedi per terra pronti a lottare per quello che si vuole, perchè questo è l’ultimo suggerimento che i tarocchi che ho scelto per quest’anno ci consigliano, come fare a bilanciare una mente meditativa intuitiva con la necessità dell’azione lascio a voi scoprirlo, con l’invito a praticare una disciplina spirituale che vi consente di sentirvi guidati in un percorso che non è più solitario ma è condiviso ed è stato condiviso da altri prima di voi.

La meditazione che consiglio del Kundalini Yoga del nostro Maestro Siri Singh Sahib Harbahajan Singh Khalsa Yogiji : M128 b


Non mi resta che augurarVi un anno pieno di cose essenziali e fulminanti nella loro semplicità.

Mahan Priti Kaur

Categorie
Senza categoria

Cronache dall’Akasha – I Tarocchi del Cammino – Settimana dal 16 al 22 Dicembre 2019 –

Neutralità

Ci avviciniamo a grandi passi al nuovo anno, i tarocchi del cammino già questa settimana manifestano la strada da percorrere la strada del mistico la strada del cuore

Al primo sguardo è chiaro che le qualità del numero 4 sono predominanti il nove di denari al centro ha alla sua destra e sinistra due 4 ( L’Imperatore è un 4). Ho immediatamente ricordato le parole di Yogi Bhajan quando dice che la mente neutrale il “4” ci impiega “9” secondi per passare in rassegna gli altri corpi spirituali e decidere e compiere una scelta.

il prossimo anno il 2020 ( 4) già si intravede.

La stabilità del numero 4 si manifesta in questa lettura con il seme di coppe collegato all’elemento acqua, questo significa che la stabilità deve essere auspicata e ricercata nelle emozioni e nei sentimenti che invece di scorrere e pervaderci devono essere contenute e usate per mantenere l’equilibrio e la grazia, il problema si potrebbe verificare quando invece di poggiare su un quadrato stabile il nostro bisogno di certezze ci spinge all’attaccamento mancando di fluidità e di accettazione.

Il nove di denari ci invita ad assaporare il sentimento di libertà, infatti questa carta è il simbolo stesso della libertà di azione e di pensiero, grazie a questo sentimento coltivato e meditato, è possibile raggiungere uno stato di prosperità anche economico, è come se ci dicesse, che non c’è nessun mezzo che ci porta alla realizzazione, se non il riconoscerci come esseri umani liberi completi e per questo pienamente in diritto di espandersi e vivere felicemente.

L’imperatore (ancora un 4) con il suo scettro con il simbolo della terra sormontato dal simbolo degli elementi ci invita a mettere nelle cose pratiche della vita, la saggezza prima della intelligenza, il suo dominio sicuro è slegato da atteggiamenti e manie di grandezza è un re che si manifesta in piedi con le gambe accavallate che non ha bisogno di adottare nessun trucco per far comprendere la sua grandezza.

L’imperatore ci invita, per questa settimana che ci avvicina al solstizio di inverno e al nuovo anno, di rimettere ordine nella nostra vita sulla terra e alle cose quotidiane, ci invita a risolvere problemi pratici. l’imperatore simbolo della terra in realtà in sè manifesta tutti gli elementi e colui che crea equilibrio e sprona alla risoluzione saggia e definitiva di problemi grandi e piccoli, e come se ci dicesse, che il cielo è favorevole possiamo risolvere quelle questioni che ci sono sembrate troppo complicate.

infine dunque affidiamoci alla coppa della preghiera all’equilibrio del nostro corpo sottile, alla bellezza della stabilità e della correttezza.

Meditazione che consiglio del Kundalini Yoga

Grazie per l’attenzione, buona settimana, siate felici e liberi

Mahan Priti Kaur

Categorie
Senza categoria

Cronache dall’Akasha – I tarocchi del cammino – Settimana dal 25 novembre al 1° dicembre

Sei pronto al cambiamento?

Le carte di questa settimana ci indicano che tutto quello che è in programma potrà avere dei buoni risultati, anche se ti sentirai molto più esposto alle contraddizioni ed ai giudizi delle persone.

Molti non sono d’accordo con le tue iniziative e tendono a prendere delle posizioni contrastanti rispetto alle tue buone intenzioni, l’equilibrio può essere messo alla prova, quello che ci può sostenere è rafforzare il nostro calibro e le nostre potenzialità.

Accostandoci alla nostra vera essenza, sperimenteremo le qualità della calma e della naturalezza, ogni evento può apparire chiaramente nel nostro piano mentale, ed ogni azione può essere naturalmente collegata al karma personale.

Teniamoci saldi perchè grandi cambiamenti sono in arrivo, chi ha con costanza seguito il suo cammino spirituale, può affrontare queste energie potenti di rinnovamento che si manifesteranno dalla fine di questa settimana fino all’anno prossimo, ma questo non deve spaventarci, tutte le parole i progetti e le aspirazioni, verranno passato al setaccio dalla nostra parte più oscura, lasciamo che sia. E’ necessario realizzare, che la nostra ombra è la nostra vera forza.

Comincia ad affermare attivamente il ruolo che vorresti svolgere nel 2020, ciò che dovrai affrontare ti aiuterà a coltivare nuovi livelli di forza interiore e nuove abilità da condividere con gli altri.

Meditazione consigliata del kundalini Yoga come insegnato da Yogi Bhajan :

Il tuo tempo è limitato, quindi non sprecarlo vivendo la vita di qualcun altro. (Steve Jobs)

Buona Settimana

Mahan Priti Kaur