Il cerchio magico : l’aura

Nella nostra immaginazione, abbiamo la visione della maga o del mago che traccia un cerchio intorno a sé, per proteggersi e poi per produrre le parole magiche o iniziare il suo atto creativo. Questa rappresentazione è esatta, in quanto il primo atto di magia e quello di connettersi e proteggersi, per poi formulare il rito.

Quando un iniziato vuole creare utilizza gli stessi “mezzi” che ha usato Dio, il quale compie il primo atto manifestando la Luce, questa luce può essere associata ad una sfera ad un cerchio nel quale poi Dio attraverso le immagini plasma e modella tutta la creazione. L’Iniziato quindi come primo atto disegna anche simbolicamente un cerchio intorno a sé che contiene la sua aura, poi pronuncia le parole (il verbo), le quali attraversando la sua aura si impregnano della sua stessa essenza e forza e si indirizzano verso l’obiettivo.

La potenza dei maghi e degli Iniziati è data dal fatto che sono capaci di impregnare le parole che pronunciano della stessa materia della quale si compone la loro aura, che è abbondante, intensa e pura. La parola è come un recipiente: produce effetti tanto più grandi quanto più è impregnata dell’elemento creatore la luce.

Potete notare questo anche nella vostra vita quotidiana, a volte parlate senza ottenere effetti sugli altri, altre volte una sola parola ottiene molti risultati. Questo dipende dalla forza e della potenza della vostra aura.

Un’aura pura, luminosa e potente è una barriera insormontabile, e costituisce un ostacolo contro tutte le correnti nocive che percorrono il mondo visibile o invisibile. Avvolto in una tale aura, l’uomo è come
in una fortezza e, per di più, quando attorno a lui non ci sono che inquietudine, disordine e agitazione, rimane impassibile, saldo, pieno
d’amore e di coraggio, perché sente di essere abitato da una luce interiore. Ognuno può creare attorno a sé un’aura così potente mediante la preghiera, la meditazione e la pratica delle virtù.

Ciò non vuol dire che quando avrete un’aura potente, una fortezza di luce, non sarete mai più disturbati o assaliti. Purtroppo, finché si è sulla terra, non si è mai completamente al riparo dagli assalti e dalle battaglie. Tuttavia, se si è ben protetti dalla luce, la cosa è diversa. Perfino gli Iniziati sono
obbligati a proteggersi. Certo, perfino i più forti, i più potenti devono continuamente provvedere a innalzare fra loro e gli spiriti del male che vengono ad assalirli delle barriere di luce e dei cerchi di fuoco. Come è possibile che persone deboli possano credere di non aver bisogno di alcuna protezione!

È ora di comprendere l’importanza del lavoro sulla propria aura. più volte durante il giorno circondatevi di luce e di colori, così da costruire attorno
a voi una barriera insormontabile che vi protegga dalle influenze negative e dalle entità malefiche.
Costruite intorno a voi un cerchio di luce e immaginate di mettervi una sorgente luminosa cherisplenda ininterrottamente, e che tale luce si
diffonda su di voi e attorno a voi. Gesù diceva: «Vegliate e pregate ». Pregare vuol dire inviare correnti luminose nello spazio. Se non ricevete
l’aiuto e la protezione del Cielo, ciò significa che non avete mai inviato luce. Il Cielo non si occupa di ciò che è spento. Volete che risponda ai vostri appelli? Accendete tutte le vostre lampade.

C’è chi dirà: «Ma non si ha tempo di fare esercizi di questo genere. » Quando qualcuno mi dice: «Non ho tempo, sono troppo occupato. . . » gli rispondo: «Ah, certamente, capisco perfettamente. – Che cosa capite? – Capisco che avrete tempo per affrontare disgrazie, per rivoltarvi nel vostro letto lamentandovi. Quando non si ha tempo per il bene, lo si avrà per il male. »

Nel mondo le cose avvengono proprio così: se non avete tempo per la luce, l’avrete per le tenebre. È una legge inesorabile, assoluta.

Ispirata dalla lettura di Aivanov

Mahan Priti Anna

tutte le mie attività sono a contributo volontario per maggiori informazioni, contatta questa mail bluscorpionavallone@gmail.com