Categorie
Senza categoria

Le nove erbe sacre degli Sciamani

Artemisia (Artemisia vulgaris)

Uso Magico Sciamanico: Un cuscino farcito con artemisia produrrà sogni profetici. L’artemisia è bruciata durante i rituali di divinazione, e un infuso di artemisia e miele è bevuto prima di ogni divinazione. L’infuso viene utilizzato anche per lavare le sfere di cristallo e gli specchi magici, e le foglie di artemisia sono collocate intorno alla base della sfera, o sotto di essa, per aiutare le guarigioni psichiche.
Bruciare l’artemisia produce un effetto di purificazione, molto importante, sia per il corpo che per il proprio spazio sacro. Spesso, perciò, viene prodotta sotto forma di incenso.

Piantaggine (Plantago major)

Uso Magico Sciamanico: Questa è la pianta della Terra dei Morti. I suoi usi sciamanici sono molteplici. In primo luogo, si può arrivare a godere di una certa quantità di invisibilità, per un breve periodo di tempo. In secondo luogo, essa può essere utilizzata per parlare con gli antenati, o per ritrovare la strada del ritorno.

Crescione (Nasturtium officinale)

Uso Magico Sciamanico: Questa è la pianta della Terra dell’Acqua, del Ghiaccio e delle nebbie. E’ uno dei due mondi primordiali. Se si posiziona sotto la lingua, si noterà che è piccante, e che brucia un po’. Si può respirare attraverso questa pianta, vedere il respiro uscire come nebbia. Bisogna continuare a respirare, lavorando con lo spirito della pianta, fino a quando la realtà comincia a sfocare un po’. Questo non accadrà perché il crescione è psicoattivo, ma solo grazie al lavoro dello spirito evocato dalla pianta. Permette di individuare il problema che deve essere cambiato, come se fosse un oggetto solido. Si può immaginare di allungare la mano e toccarlo. Se le dita scivolano fuori di esso, allora, non può essere modificato. Altrimenti, sarà possibile eseguire questa operazione e allontanarlo da sé. Il lavoro col respiro diventerà più lungo e comporterà più tempo, quando l’oggetto non potrà essere manipolato. A volte potrebbe non cambiare nulla, ma, altre volte, le cose potrebbero cominciare a cambiare. Se tre tentativi falliscono, tuttavia, è opportuno rinunciare.

Viperina Azzurra (Echium vulgare)

Uso Magico Sciamanico: Questa è la pianta della Terra dei Giganti e dei Troll. E’ una terra di grandi montagne, grandi tempeste, grandi bestie, e grandi cacciatori, e questa è l’erba che dà la caccia alla malattia. Per utilizzarla, bisogna energizzare le radici con un incantesimo, meglio se con una melodia di sottofondo. La musica dà lode e ringraziamento a questa pianta per la sua grande abilità di caccia. Poi si mangia l’erba, così com’è o nel tè, e aspettare che agisca.

Camomilla (Matricaria recutita)

Uso Magico Sciamanico: Ci sono due tipi di camomilla, legati e simili, con gli stessi usi. Uno è conosciuto anche come camomilla romana. L’altro è conosciuto come camomilla tedesca. E’ una pianta solare, e sfrutta la proprio la potenza del Sole. Può essere bruciata dotto forma di incenso, o dispersi nell’aria, come se i suoi petali potessero chiamare lo Spirito. Spazza via l’oscurità e le negatività. E’ un ottimo antimicotico e un forte e potente antidepressivo. Se non dà risultati positivi, dopo tre giri della luna, è bene abbandonare l’uso di questa pianta, perché significa che c’è un problema che dev’essere risolto in altro modo e con un’altra pianta.

Ortica (Urtica dioica)

Uso Magico Sciamanico: Questo è l’erba della Terra che Brucia, e il suo potere è la difesa aggressiva. L’ortica è un difensore aggressivo, perché non solo assorbe la magia nociva che viene gettato contro la persona o nel suo spazio sacro, ma è in grado di rimandare al mittente la maledizione. Grazie alla sua natura difficile, è quasi impossibile da gestire fresca nel rituale, ma essiccata o cotta perderà il suo potere irritante. L’ortica mantiene la sua energia aggressiva quando viene bruciata, o spruzzata a secco intorno ad una zona. Si può bere nel tè, in preparazione di un rituale d’aiuto.

Finocchiella (Myrrhis Odorata)

Uso Magico Sciamanico: Questa è un’erba utilizzata molto spesso in coppia con il finocchio, poiché entrambe si potenziano a vicenda. Il tè di Finocchiella e finocchio protegge contro gli attacchi degli elfi; allo steso modo funziona l’unguento strofinato sulla zona colpita dal morso. La finocchiella aiuta anche nel Dono della Vista, in questo caso favorisce la capacità di vedere la bellezza sotto la bruttezza, il potere sotto la semplicità, e la possibilità sotto la limitazione. Si tratta di una pianta utile quando ci si trova di fronte a clienti che vivono in una palude di negatività, ed è necessario dare loro qualche speranza. Si consiglia di bere come tè o di fumare o mangiare i semi (preferibilmente sei).

Finocchio (Foeniculum vulgare)

Uso Magico Sciamanico: Insieme alla finocchiella, è utilizzato per la protezione contro i morsi degli elfi. Inoltre, come la finocchiella, favorisce il Dono della Vista, dando la capacità di vedere le tenebre nella vita la rabbia nascosta e il dolore, il marciume interiore, la morte strisciante. Questo lo rende utile in quando si deve discernere dure verità sul comportamento di qualcuno, o trovare la malattia nascosta, o un avvelenamento. Consigliabile bere in tè o fumare o mangiare i semi (preferibilmente sette).

Mela Selvatica (Malus spp.)

Uso Magico Sciamanico: Può essere utilizzata per favorire la fertilità, sia nelle persone, negli animali, nei campi. Può anche essere caricata con energia di guarigione e poi mangiata. La sua salubrità la rende un potente strumento contro gli incantesimi.