Imparare a non essere infelice: un impegno arduo

Non è facile pensare in modo nuovo. Sei abituato a certi pensieri ed a quelli, debilitanti, che ne conseguono. Spogliarti del tuo abito mentale richiede molto lavoro. La felicità è facile, ma imparare a non essere infelici può essere arduo.

Per una persona, la felicità è una condizione naturale. Ciò è evidente: basta osservare i bambini. La difficoltà consiste nel disimparare tutti quei ”dovrei” e “avrei dovuto” digeriti nel passato. Comincerai a rispondere di te stesso con una presa di coscienza. Fermati quando ti sorprendi a dire cose come: “Mi ha offeso, mi ha ferito nei miei sentimenti”. Rammentati di ciò che stai facendo nel momento in cui lo fai. Pensare in modo nuovo richiede la consapevolezza del vecchio. Hai l’abitudine a schemi mentali che pongono fuori di te le cause dei tuoi stati d’animo. Hai messo migliaia di ore a rafforzare tale mentalità, e con migliaia di ore dovrai equilibrare la bilancia per arrivare a pensare in modo nuovo e assumerti la responsabilità dei tuoi stati d’animo. È una cosa terribilmente dura. E allora? Non è certo questa una ragione per evitare di farlo.

Tu sai come regolare la mente quando si tratta di compiere degli atti fisici: sai, per esempio, insegnare alle tue mani e ai tuoi piedi a coordinare i movimenti per fare andare un’automobile. Nella sfera delle emozioni, il processo, ancorché meno conosciuto, è identico. Hai preso delle abitudini rafforzandole tutta la vita. Ti adiri, ti senti infelice, offeso o frustrato, automaticamente, perché molto tempo fa hai appreso a pensare così. Hai accettato il tuo comportamento e non gli hai mai lanciato una sfida. Ma come hai imparato ad essere in tutti quei modi autodistruttivi, così puoi imparare a non essere adirato, infelice, offeso o frustrato.

Responsabilizzarsi comporta qualcosa di più che semplicemente tentare con pensieri nuovi, così, tanto per averne una razione supplementare. È necessaria una certa determinazione ad essere felici, e a sfidare e distruggere tutti e singoli i pensieri che ingenerano una paralizzante infelicità.

tratto dal libro “i tuoi pensieri erronei”

Mahan Priti Anna


i miei seminari, consulenze personali, corsi e meditazioni sono a contributo libero, per ulteriori informazioni

contatti:

Di Mahan Priti Anna

Mahan Priti Anna, e sono una insegnante di yoga e meditazione, una curandera, una praticante sciamana, una studiosa e ricercatrice di esoterismo da oltre 30 anni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...