Categorie
rituali

Rituale di primavera

I rituali ti mettono in contatto con il tuo tempo interiore, quel tempo di calma e riappacificazione, mentre fai le azioni ritualistiche, ricorda che stai onorando te stessa insieme alla grandezza dell’Universo, che ha generato ogni cosa.

Se il tempo lo consente fai questo rituale all’aperto, anche fuori al tuo terrazzo, altrimenti, mettiti in un luogo in cui riesci ad avere la luce diretta del sole.

Comincia col fabbricare un altare per l’occasione, per la sua costruzione, usa tutta la tua immaginazione, meravigliati degli oggetti che deciderai di usare, e lasciati guidare, non dimenticare che devi onorare gli elementi, dunque non dovrebbero mancare acqua, fiori piante, candele, incenso, se puoi porta uno strumento da suonare, anche solo un campanello. Chiedi il permesso di aprire questo spazio sacro, e appena senti la sensazione di Sì, ringrazia i tuoi antenati, le guide, tutti gli elementi e chiedi loro di proteggerti e guidarti.

La primavera ha a che fare con la germinazione e la nascita, anche i tuoi sogni e le tue speranze, possono ricaricarsi di questa energia, quindi scrivili e pronunciali ad alta voce.

Ti sarai anche procurata dei semi o bulbi che saranno un remind per i tuoi sogni, piantali durante questa cerimonia, e offrili con tutta la leggerezza di cuore di cui sei capace, e ogni volta che li innaffierai, ritorna in contatto con i tuoi sogni.

Concludi questo rituale con una meditazione sul cuore, e sull’espansione, mantieni le vibrazioni alte e pure. Chiudi lo spazio ringraziando.

Quando avrai finito celebra il giorno con un dolce, con tante risate con gli amici, con del tè, o del vino, mangia pane dolce e uova sode, sii nella dimensione del sole nascente, cerca di onorare la primavera, onorando la tua bambina interiore, permettiti cose fuori dagli schemi, scrivi e sogna.

Mahan Priti Anna

se hai bisogno di chiarimenti scrivi a questa mail bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
luna nuova Senza categoria

Luna Nuova in pesci 13 marzo 2021 – numerologia

La luna in Pesci genera la più forte carica di sensibilità e percettività dell’ambiente circostante. Non è irreale provare insicurezza anche nelle cose pianificate da tempo, ma forse il rischio peggiore è la passività.

Bisogna invece usare questa accresciuta percezione per fortificarsi spiritualmente.

Numerologicamente questa luna nuova presenta un corridoio stretto di azione, per raggiungere una più completa vibrazione di se stessi, sarà necessario programmare e dare forma alle cose che dobbiamo fare, e dovremo farlo da una prospettiva di organizzazione creativa e positiva, farsi trascinare nella contesa o in una sensazione di inadeguatezza, sarà il vero problema da evitare. Nello stesso tempo mantenere una vibrazione positiva ci permetterà di essere in grado di affrontare uno sbandamento generale: del resto chi si impegna nel proprio progresso spirituale, in qualche modo si impegna a sostenere il movimento perchè ne diventa consapevole. Creare e organizzare dunque sono i tuoi obiettivi, ogni cosa può essere fatta con devozione, rispetto e cura.

L’arcano di questa Luna nuova, è il Matto, il quale ci dice che siamo all’apertura di un nuovo percorso, tende all’evoluzione verso qualcosa che lo chiama insistentemente, ci avverte dunque che i nostri obiettivi, potrebbero essere sfuggenti se non inquadrati, ci sarà sicuramente necessaria la spontaneità del matto, la sua capacità di affrontare le cose con una mente aperta, e in particolare, la sua qualità di lasciare andare il passato. Il Matto non ha paura è deciso parte e si rimette all’opera!

Attraversa con leggerezza e lungimiranza questa Luna, sii te stesso abbandona il passato, e comincia o ricomincia.

Mahan Priti Anna

se hai domande scrivi a questa mail bluscorpionavallone@gmail.com

Guarire il sé ombra

Quello di guarire il Sé Ombra è un tema che mi sta molto a cuore. Il Sé Ombra è la nostra energia repressa e compressa, è ciò che manteniamo sepolto e nascosto nelle profondità del nostro intimo e che, in molti casi, non solo non vogliamo vedere, ma addirittura neanche averne coscienza. È una parte di noi, comunque, che anela a rivelarsi e liberarsi e che quando raggiunge un’intensità superiore alla nostra capacità di contenerla, esplode in modo inaspettato e prende il controllo delle nostre azioni e concezioni.
La priorità è dunque quella di liberare questa energia e reintegrarla nel nostro essere, il campo unificato di coscienza individuale, e riguadagnare la nostra integrità
il Sé Ombra è semplicemente il lato oscuro del Tao, che aspetta di essere riconosciuto e vivificato attraverso la conoscenza la comprensione e la trasmutazione
Sono qui dunque per proporti questo approccio olistico di 5 lezioni, individuali, per intraprendere questo processo di vivificazione, attraverso il quale, imparerai, a conoscere ed amare quella parte di te che è stata sempre rifiutata e misconosciuta
Il mio compito sarà quello di sostenerti in questo percorso, permettendoti di riconoscere la tua essenza luminosa e la grande energia che ti abita che non rifiuterai più.
La guarigione è insita nel nostro sistema, a qualsiasi livello di coscienza. Dobbiamo solo invitarla, incitarla e nutrirla con la nostra considerazione.
Sono Mahan Priti Anna sono una insegnante di Yoga e Meditazione, conosco pratiche di curanderia e sciamanesimo, il mio obiettivo è quello di generare in ognuno la determinazione per uscire dal chiaroscuro e manifestarsi completamente.
Lascia un commento e o contattami e stabiliamo un primo approccio per conoscerci
E infine voglio dirti che per tutti i miei servizi, dalle classi online ai corsi o ai consulti individuali, accetto solo contributi volontari, nell’ottica della condivisione delle conoscenze che va al di là dell’economia di mercato

Mahan Priti Anna

Scrivi a questa mail bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
felicità

Quando siamo felici, e quando ci accade la felicità?

Quando siamo felici, e quando ci accade la felicità? Molti pensano che la felicità sia una sensazione che è determinata da una serie di cause esterne. Questo non è del tutto falso, ma se il concetto non si amplia si rischia di dipenderà dagli altri per quello che in realtà puoi procurarti e procurare.

Il più grande nemico della felicità è il nostro io vittima, la nostra vittima, si rifiuta di comprendere chi siamo realmente e ci rimanda sempre a quella volta che siamo stati rifiutati, riproponendoci sempre la stessa procedura, l’isolamento. Quella paura che un giorno ci segnò non vuole abbandonarci e ci tiranneggia, per cui siamo costretti a non essere in linea con la vita che invece potrebbe essere una continua meraviglia.

La felicità in questo mondo è spesso un disequilibrio è una rottura è una via parallela a quella che percorriamo di solito è uno sforzo, è una volontà di uscire dagli schemi.

Dunque la felicità ci accade quando siamo grati, e quando comunichiamo questa gratitudine, quando siamo pronti ad ascoltare e a ricevere, e quando non pretendiamo una ricompensa, nei termini esatti in cui l’avevamo prevista.

La felicità è un gesto rivoluzionario, e tutti siamo in grado di produrla per noi e per gli altri! Comincia la rivoluzione

Mahan Priti Anna


Categorie
numerologia

Numerologia di marzo 2021

Secondo la numerologia marzo è un mese universale 8 (3 + 2 + 0 + 2 + 1 = 8).

Di tutti i numeri nel ciclo, si associa al numero 8 a denaro, ricchezza, potere e influenza. Questo numero porta ricompense e porta riconoscimento! Quindi: chiediti per cosa puoi venire ricompensato questo mese? E cosa ti riconosceranno le persone per il contributo che rendi?

La numerologia di marzo 2021 porterà un sapore in sè una sorte di ambizione, è naturale dunque che questo pensiero ti attraversi, ed è per questo che le persone su un cammino spirituale sentiranno a necessità di ancorarsi ai propri valori spirituali.

Qual è lo scopo del tuo lavoro nel mondo?

Per chi stai lavorando?

In cosa credi?

Come restituisci e cosa?

Cerca dunque di rimanere allineato alle tue verità, e prova a non uscire fuori dal seminato, per questo mesi ti basterà consolidare i tuoi programmi e le tue intenzioni, come in una cassaforte non muovere nulla e tutti i conti torneranno, ma è necessario che tua abbia una visione pressoché completa

La crescita arriverà attraverso cose materiali ma tu mantieni la costanza di tradurre qualsiasi riconoscimento in una vibrazione di gratitudine verso il tuo proprio cammino, e i tuoi sforzi saranno risanatori a vari livelli. Anche le relazioni potranno subire un rinnovamento, come a tendere verso una ulteriore chiarezza di intenti. Ricorda il tuo potere personale ed anche i tuoi limiti (sono quelli che ti permettono di appartenere alla umanità e di relazionarti).

Nel complesso, l’energia di questo ciclo mensile supporta il vero progresso nella vita. Eppure non succederà senza sforzo. Questo numero incoraggia un approccio di tipo professionale e un atteggiamento strategico. Quindi fai un piano e fatti strada attraverso di esso. Questa numerologia può correre alcuni rischi ma funziona molto meglio con una formula solida.

  • Dove vorresti essere entro la fine dei prossimi 31 giorni?
  • Quali passaggi sono necessari per arrivarci?
  • Quando sono le tue scadenze?
  • Di quali risorse hai bisogno?

Dopo che hai risposto a queste domande affida i tuoi pensieri all’universo e lascia che la tua anima svolga il suo compito supremo, manifestati pienamente e senza paure.

Mahan Priti Anna


Scrivimi per chiarimenti e domande a questa mail bluscorpionavallone@gmail.com oppure cercami su facebook Mahan Priti Anna o sul gruppo Curanderismo e Sciamanesimo

Categorie
luna piena

Luna Piena in vergine

Se il Mercurio retrogrado di questo mese ti ha fatto sentire a pezzi, sii felice per la luna piena in vergine  il 27 febbraio, alias la tua possibilità di ricalibrare finalmente. Questa luna piena molto speciale è nel segno della Vergine, che ci aiuterà a selezionare tutti i dettagli necessari per eliminare la nebbia. Ora è il momento di integrare le lezioni apprese nelle ultime settimane, dare la priorità alla cura di sé, organizzarsi e purificarsi!

Una luna piena arriva una volta ogni 29,5 giorni per darci la possibilità di riflettere, rilasciare e ricalibrare il percorso della nostra anima. Questa luna piena in Vergine non è diversa. La Vergine governa l’organizzazione, i dettagli, il processo e la strategia, quindi questa luna piena ci spinge a esplorare i modi in cui possiamo ristrutturare le nostre vite per manifestare meglio i nostri sogni.

Tuttavia, dobbiamo riconoscere che, come ogni luna piena, il sole siederà direttamente di fronte alla luna, ricordandoci che l’equilibrio è la chiave per raggiungere i nostri obiettivi. Con la luna nel segno della Vergine, il sole sarà nel segno dei Pesci . L’energia dei Pesci attiva il sognatore in noi. È importante che, mentre rifletti sui dettagli di ciò che vuoi manifestare, tieni a mente anche il quadro generale. 

Le grandi domande da porsi durante la luna piena includono: come posso dedicare più tempo all’espressione creativa? In che modo una migliore gestione del tempo può aiutarmi a raggiungere i miei obiettivi? Sono così concentrato su come dovrebbero andare le cose , che non lascio abbastanza spazio perché l’universo faccia le sue cose? Queste domande sono fondamentali perché è importante trovare il tempo per fare ciò di cui abbiamo bisogno per raggiungere i nostri obiettivi, ma dobbiamo anche essere abbastanza flessibili da lasciare che l’universo intervenga con un’opzione potenzialmente migliore. Questa luna piena in Vergine ci sfida a trovare questo equilibrio. 

Per quanto riguarda i rituali della luna piena , tutti i segni potrebbero beneficiare di un po ‘di purificazione e liberazione dell’attività durante la luna piena della Vergine, specialmente dopo il mercurio retrogrado. Se hai riconosciuto credenze, schemi o abitudini ricorrenti che ti hanno frustrato nelle ultime tre settimane, è tempo di lasciarli andare. Scrivili su un foglio di carta, più sono piccoli, meglio è. prendi una candela, tienila al cuore e chiedi all’universo di rilasciare le abitudini, le credenze e gli schemi che non ti servono più. Accendi la candela e poi usa la fiamma per bruciare la carta. Quando avrà finito di bruciare, prendi le ceneri e gettale via, chiedendo alla terra di prenderle e trasmutarle in guarigione e amore. Prova a farlo entro 48 ore dalla luna piena.

Energeticamente, tutti i segni sentiranno l’influenza di questa luna piena della Vergine, ma Sagittario, Gemelli e Pesci potrebbero subire un po ‘di pressione in più. Ricorda che la luna piena significa lasciare andare tutto ciò di cui non hai più bisogno per manifestare i tuoi sogni. Guarda cosa esce, lascialo scorrere e poi lascialo andare!

Mahan Priti Anna 💗 

Categorie
luna nuova

Luna nuova – 11 febbraio 2021

Finalmente le vibrazioni di questa luna nuova sembrano particolarmente promettenti e contengono un cambiamento di frequenza particolarmente vantaggioso, sia sul piano spirituale che su quello fisico, guardiamo qualche dettaglio e scopriamo il perchè.

Giove e Venere, magnifici astri, che vengono anche indicati come rispettivamente la Grande e la Piccola Fortuna porteranno rispettivamente, la prosperità l’ottimismo la fiducia nel destino e in se stessi, la salute la capacità di vedere la bellezza in ogni cosa e relazioni senza dipendenza. Ai quali si aggiungerà nei giorni successivi Mercurio, questa costellazione, può essere riassunta in “esprimi un desiderio”. saranno giorni in cui sarà possibile vivere delle svolte fortunate e profonde intuizioni.

Queste le vibrazioni astrologiche, i tarocchi invece suggeriscono che in questa Luna sarà più evidente che ci sono alcuni equilibri apparenti dento di noi, che necessitano di una nostra visita, o che richiameranno la nostra attenzione, una spinta al cambiamento, sarà supportata dalla ricerca di nuove prospettive e nuove attivazioni, questo significa tra l’altro che con un lavoro adeguato è possibile cambiare alcune posizioni, senza scompensare troppo l’intero sistema. Usare il nostro potere con parsimonia e limitare gli eccessi, potrebbe inoltre favorire il lavoro e lo studio.

Abbiate cura di essere presenti nella prossima lunazione, molte cose sono in procinto di cambiare dovete essere attenti e centrati.

Mahan Priti Anna

I miei seminari e le consulenze personali sono a contributo volontario, per saperne di più scrivi a questa mail bluscorponavallone@gmail.com

Categorie
mantra

Manipura: mantra Ram

Terzo chakra

Questo chakra è localizzato all’altezza dell’ombelico e nella sua espressione grafica i petali del loto sono diventati dieci. La parola allude etimologicamente a un’abbondanza di gemme preziose, e il tipo di energia che qui si raccoglie e distribuisce è quella del calore. A Manipurna è collegato l’elemento fuoco: l’essere, fattosi stabile nella “terra” di Muladhara e incanalato dal desiderio, già individualizzato ma fluttuante, nell’“acqua” di Svadhisthana, si determina verso l’esterno esercitando sul mondo un’azione potente, paragonabile a quella del sole. Così Manipurna è collegato alla qualità sensibile della vista, che consente la percezione dei colori e delle forme. Le divinità del mantra sono Agni, Signore del fuoco, altrimenti incarnato da Rudra (il fuoco come elemento distruttore) con la sua Shakti, “La nata dalla furia di Devi”. Il fuoco in effetti è un’energia dal duplice aspetto, e il Brahmanesimo lo sottolinea meglio di qualunque altro sistema mitologico. Agni è nato dallo sfregamento di due pezzi di legno ed è la vita che sboccia dal legno morto e secco. Dimora nel cielo perché dardeggia nel sole, ma è in stretto rapporto con l’acqua perché, in forma di lampo, squarcia le nuvole, aprendo un varco alle acque benefiche che fertilizzano la terra. Nel mondo fisico, potendo divorare ogni cosa, è anche colui che purifica: le passioni e le emozioni del mondo sono il fumo di ciò che Agni divora e, quando il fuoco si spegne, anche il fumo a poco a poco svanisce. Il Buddhismo accentua invece l’aspetto negativo del fuoco, tendendo a identificarlo con il vissuto emozionale dell’individuo. Dice il Buddha: «Tutto è in fiamme; l’occhio e tutti i sensi sono in fiamme; il mondo intero è avvolto nel fumo; il mondo intero si consuma nel Fuoco… Lo Spirito è avvolto dal Fuoco… La coscienza dello Spirito, le impressioni raccolte dallo Spirito e le sensazioni che nascono dalle impressioni raccolte dallo Spirito sono anch’esse avvolte dal Fuoco». Nonostante la distanza tra le due impostazioni, da entrambe si ricava la consapevolezza di come sia fondamentale il controllo di questa energia.

Mahan Priti Anna

Categorie
numerologia

Numerologia di febbraio 2021

Come si declinerà questo anno 5 la somma di 2021, in questo mese di febbraio, (2) ecco le mie previsioni numerologiche.

Il 2021 come sappiamo è un anno 5, generatore di passioni e di collaborazioni, nel mese di febbraio (2) sarà necessaria una fase di rinsaldamento. Il numero due contiene diversi enigmi, uno dei quali è sicuramente quello che appartiene alla divisione dall’uno originale, dall’idea del creatore. Il creato sarà in grado di ricordarsi del creatore ed agire, secondo la sua anima? Dunque il due ha come necessità quella di guardare con semplicità alla sua anima e di comprendere che è unica indissolubile, ma, totalmente collegata all’universo, e in qualche modo dipendente da questa, semplicemente perché, se si sconette dalla idea di appartenere a qualcosa, perde la sua autenticità e può naufragare nel mare del nichilismo.

Per prevenire, quindi, i bagni nel mare sconfinato dell’ego la prima cosa da fare nel mese di febbraio è sicuramente attenersi ad una scrupolosa purificazione personale fisica e spirituale, concetti che si appartengono e si potenziano a vicenda. Del resto il significato di febbraio (februare) è proprio purificazione, questo è il mese del preludio alla esplosione della primavera, ed è buona norma prima di espandersi, ripulire tutti gli strumenti, purificarli prima dell’uso.

Cosa ci dobbiamo aspettare dunque in questo mese di questo anno? Molte volontà si scontreranno per realizzare le proprie visioni e le proprie intenzioni, la puruficazione ci servirà a guardare con occhi atttenti i prossimi accadimenti che saranno a volte anche tumultuosi!

Dobbiamo avere il coraggio dunque di dire a noi stessi in quale punto del cammino siamo, cosa stiamo facendo e dove stiamo andando, non è tempo questo di navigare a vista. Porta alla coscienza quelle certezze che hai non sapendo di averle.

Il numero due (febbraio) è legato alla luna, mentre questo anno e il suo valore numerico 5 è legato a Mercurio, la relazione fra la luna e mercurio ci incita dunque a formulare i nostri pensieri e le nostre intenzioni in modo chiaro e netto senza avere timore. Del resto ogni cosa deve essere affrontata con serenità, perchè ogni cosa ci conduce all’insegnamento che ci è necessario.

Siete dunque pronti a non arrendervi e a lasciare che la natura si manifesti? Siete dunque pronti a percepire i prossimi benefici, collaborando attraverso una purificazione fisica e spirituale? Siete dunque pronti a mantenere lo sguardo aperto e non avere timore per i prossimi avvenimenti? Siete pronti a cancellare i problemi insolubili che vi propone il vostro ego?

Se la risposta è sì saliamo insieme su questa giostra e mostriamo la nostra espressione più serena comprensiva e contemporaneamente decisa.

Mahan Priti Anna

Se vuoi conoscere di più delle mie attività contattami a questa mail bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
luna piena

Luna piena – 28 gennaio 2021 – previsioni

La lunazione, che cosa affascinante, il nostro satellite che gira intorno al suo pianeta. La Luna guarda le spalle a Madre Terra e nella sua rotazione, rilascia le informazioni che ha raccolto, nella sua continua peregrinazione…

Cosa ci comunica oggi questa luna piena? certo fra poco vi dirò quali energie si stanno attivando e quali sono quelle che dovremo sollecitare, ma prima di tutto ti chiedo: “Fermati un’attimo non leggere come un’automa, non farti mettere delle parole nella mente e nell’anima, e mentre respiri chiediti come ti senti cosa sta vibrando nella tua vita e cosa non ti sta risuonando.” Ciò che hai sentito sono le energie che si stanno muovendo, e le resistenze che tu opponi a questa energia.

Ecco spero che tu lo abbia fatto e adesso mi permetto di dirti quali energie si stanno muovendo e cosa ci dobbiamo aspettare. Dunque intanto il movimento energetico si sta risvegliando e diciamola tutta con una vibrazione che tende alla espansione quindi quando una cosa si espande se ne perdono i contorni, ciò significa che quello che inquadriamo come problema, comincia a scemare e ciò che inquadriamo come situazione positiva, ha possibili incrementi. questo perchè astrologicamente Giove si allinea al Sole.

Questa Luna in Leone, cade nel mese dell’acquario, sperimentate la possibilità di guardare le cose da un punto di vista originale diverso persino eccentrico, le soluzioni alternative ai problemi avranno possibilità di soluzione, e provate ad espandere e a mirare alle qualità carismatiche della vostra anima, che si sentirà maggiormente protetta ed in grado di esprimersi.

Il caos che normalmente genera la Luna ci da l’opportunità ogni volta ad ogni Luna piena di guardare a noi stessi con più profondità, ma ci dice in primo luogo, che avere una idea fissa di chi siamo e cosa vogliamo, ci imbriglia nelle solite questioni di auto accettazione, esplorate quindi ciò che significa per voi diverso, e cominciate ad applicare standard alternativi alla vostra visione. Tutto questo vi servirà come faro per i prossimi mesi. Tutto cambia nel mondo e noi abbiamo il dovere di vivere pienamente.

Mahan Priti Anna

Se vuoi conoscere i miei prossimi seminari scrivi a bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
visioni

La visione

Cosa è la nostra fantasia se non una complessa rete di cellule che comunicando fra di loro, mettono in moto immagini mentali? Ma l’argomento è più complesso, difatti noi oltre a vedere, percepiamo i sentimenti che potremmo produrre in una data situazione immaginata e sperimentiamo talvolta anche sensazioni di gusto ed olfatto e di tatto.

Questo ha in sè qualcosa di straordinario e di potente, ma non riusciamo a comprenderne il valore e neanche come possiamo usare questo nostro evidente potere di proiezione.

Se io mi trovo in una situazione di difficoltà e immagino invece di proiettarmi in una situazione, in cui questa difficoltà l’ho risolta, esprimo e mando un messaggio ben preciso al mio cervello, ma in particolare ad una parte di noi difficilmente contattabile, che in realtà gestisce i nostri atteggiamenti di base, il subconscio.

Quando la consapevolezza cala, il nostro sistema propone risposte agli eventi che provengono da certi schemi, attribuibili alle nostre esperienze passate, questo ci mette nella situazione, dunque, di affrontare sempre lo stesso problema proponendo sempre la stessa soluzione.

Attraverso la visione, che è qualcosa di più della immaginazione, puoi sperimentare innanzitutto le tue facoltà di trasposizione degli eventi, puoi mandare un messaggio diverso al subconscio che attiverà altri canali e contemporaneamente, ogni cellula del tuo corpo beneficerà di una prospettiva di successo e di benessere.

Meditare sulle nostre possibilità e capacità intrinseche ci permette di mostrarci quanto e con quali mezzi tendiamo al nostro obiettivo e ad una condizione di vita migliore.

Per trovare la forza dentro se stessi bisogna provare a gestire i problemi in modo creativo, dunque lascia che la visione, si manifesti senza freni, per cui se ti vedi camminare con un unicorno, ciò significa che attraverso le qualità dell’unicorno puoi raggiungere il tuo successo.

Mahan Priti Anna

se hai bisogno di chiarimenti sulle mie attività, contattami a questa mail

bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
mantra

Svadhisthana: mantra Vam

Secondo chakra

Questa “ruota d’energia” è situata nella regione addominale, sotto l’ombelico, più o meno alla radice degli organi genitali. L’elemento correlato è l’acqua e la qualità sensibile è il gusto. Se l’energia di Muladhara si manifesta nella sessualità animalesca, nel puro istinto che spinge alla riproduzione, quella di Svadhisthana si manifesta nella sessualità già individualizzata, come ricerca di un ponte, attraverso il sesso, tra l’Io e il mondo esterno. Nel simbolo il loto ha ora sei petali e ingloba una falce di luna con i corni rivolti verso l’alto. La coppia divina del mantra è quella di Varuna e Sarasvati. Varuna è Brahma nella sua veste di “Signore delle acque”, così come Sarasvati è uno dei molti aspetti che nel pantheon indù assume Devi, “la dea”, ovvero il principio divino femminile che promuove tutte le forze e determina tutte le forme, creando la separazione a partire dall’Unità.

Mahan Priti Anna

Categorie
2021

Cosa sta cambiando

Tutti conosciamo ciò che sta accadendo sulla terra in termini di fatti e di notizie, ma non tutti hanno la capacità di comprendere, quanto quello che sta accadendo, sta cambiando profondamente la società in generale, tutti noi, le nostre scelte e la nostra direzione.

Troppo spesso si è detto che tutti i paradigmi sono saltati, questo è oggi maledettamente vero, dunque non ci sono più le solite maniglie a cui aggrapparsi. molti si affannano fra di loro per fornirci nuove dipendenze e nuovi passatempi sui quali sfogare tutte le nostre frustrazioni. Ma basta spostare lo sguardo dai nostri problemi verso gli altri per renderci conto di quanto sia in bilico una massa sempre più cospicua di persone, che stanno assistendo alla frantumazione della civiltà come l’avevamo conosciuta, senza mezzi per argomentare e senza mezzi per affrontarla.

Il compito di ognuno di noi, per me è dunque quello di essere saldi e di portare con noi il maggior numero di persone nel senso di aiutare e di sostenere, ma anche di mantenere in equilibrio il nostro sistema nervoso. Questo è davvero il tempo di dare a cesare quello che è di cesare, non è più il tempo dei sofismi e il tempo del cuore, se non metti te stesso al primo posto, in ogni occasione significa che sai il fatto tuo e dunque puoi volgere lo sguardo intorno, senza sprecare energie inutili.

Cosa è cambiato ve lo siete chiesto? cosa sta cambiando, cosa cambierà? Davvero vogliamo continuare a guardare la pandemia solo da un punto di vista medico? Quello che sta accadendo non ci sta parlando ad un altro livello? Emozionalmente ognuno di noi ha già programmato il suo atteggiamento, ma questo atteggiamento non è consapevole, ve lo siete chiesto? Cosa fare? ognuno nel suo intimo ha la risposta, e la somma delle nostre risposte autentiche può fare la differenza domani.

Il mio compito di motivatrice spirituale, di curandera di Yogina, è quello di fare in modo che prendiate coscienza delle vostre capacità dei vostri poteri e delle vostre meraviglie. tra queste cose però ricordate, c’è anche la capacità di ascoltare, e c’è la capacità di sentire intimamente quando è il momento di invertire la rotta e allearsi ad altri per smettere di soffrire.

Mahan Priti Anna

Se hai bisogno di chiarimenti o di contattarmi privatamente scrivi a questa mail:

bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
meditazioni

Verifica le condizioni del tuo sè spirituale

Nella nostra vita, attraversiamo momenti di tensione e momenti più rilassanti, nei momenti di tensione, fisica o psicologica, spesso perdiamo molto tempo chiedendoci, da cosa può derivare il nostro malessere, perdiamo tempo, perchè, ci trasformiamo talvolta in medici talvolta in psicologici, senza avere mai nessuna certezza. Dunque cosa fare per avere un contatto diretto con la parte di noi che sta chiedendo aiuto, o sta manifestando qualche sintomo? Attraverso la seguente meditazione, possiamo provare ad usare le tecniche di visualizzazione e consapevolezza, per sviluppare un’atteggiamento di cura diretto e efficace.

Sedete con la schiena dritta, e passate con la consapevolezza in tutto il vostro corpo, partite dai piedi e salite fino alla testa, sviluppa la visione del tuo sé spirituale e lascia almeno nei primi tempi, tutto lo spazio alla tua immaginazione, (con il passare del tempo l’idea del tuo corpo spirituale si affinerà sempre di più), guarda ogni luogo del tuo sé spirituale, prendi nota maggiormente di quei punti in cui senti che l’energia è più fiacca, prendi nota del colore se ci sono dei punti di colore denso ma vibrante è una zona sana, se incontri dei colori cupi, invece, quel punto ha bisogno di essere rafforzato, oppure potresti trovare delle parti che sono prominenti e come se volessero sfuggire, in tutte queste occasioni, porta la consapevolezza e la tua luce interiore, in quelle zone, modella la forma della tua aura in modo armonioso.

Questo è un esercizio particolarmente valido e puoi farne una versione veloce, quando senti insorge un problema e devi risolvere immediatamente, e anche una versione lunga, decisamente più accurata e precisa.

Nelle prossime meditazioni, questo stesso concetto verrà arricchito di ulteriori strumenti di cura e guarigione.

Mahan Priti Anna

I miei seminari, corsi individuali, consulenze e guarigioni sono a contributo volontario per saperne di più scrivi a questa mail bluscorpionavallone@gmailcom

Categorie
oggetti sacri

La bacchetta magica

La bacchetta magica è un bastone che unisce la sfera terrena con quella Celeste. essa è una antenna che collega i due mondi e che viene usata dalla maga per impartire e indirizzare ordini.

In antichità i rituali per la costruzione della bacchetta magica erano complessi e complicati, oggi ogni costruttore di bacchette ha il suo rituale e la sua particolare consacrazione. Anticamente solo alcuni alberi potevano essere scelti come “conduttori” ancora oggi, alcuni preferiscono utilizzare solo alcuni alberi.

Personalmente preferisco che sia il richiedente a scegliere un particolare tipo di albero perché deve esserci un legame tra chi usa la bacchetta e l’albero con la quale essa è fabbricata. Questo può dipendere anche dal tipo di lavoro che si ha bisogno di svolgere.

Ma non basta, come certi credono, tenere in mano la bacchetta per essere una maga e comandare agli spiriti. Certi hanno sentito parlare di settantadue geni planetari e, prontamente, armati di bacchetta magica, vogliono dar loro degli ordini! Mio Dio, che presunzione! E che cosa chiedono loro? Di aiutarli a fare del bene all’umanità, a lavorare per la
pace e per la luce?. . . Purtroppo no. Vogliono comandare i settantadue geni affinché procurino loro denaro, amore e successi, senza voler fare il
minimo sforzo per sviluppare delle facoltà, delle virtù.

Bisogna quindi comprendere che la bacchetta non è solamente un bastone, ma un legame interiore che l’uomo instaura con i cieli. la Bacchetta serve a fare il collegamento.

In ultima analisi l’uomo è una bacchetta magica una antenna, perchè è l’intermediario tra la terra e il cielo.

Ricordate di ringraziare sempre l’albero che vi cede il suo ramo! E se volete una bacchetta magica e non sapete come fare contattatemi.

Mahan Priti Anna

Tutte le mie attività sono svolte con contributo volontario, per saperne di più contattami a questa mail bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
mantra

Muladhara: mantra Lam

I mistici indiani oltre 5.000 anni fa hanno individuato un suono per ogni chakra, questi suoni hanno una vibrazione tale da rimettere in ordine il circuito energetico del chakra interessato, in questa serie di articoli parlerò dei suoni relazionati ad ognuno di essi partiamo dal primo chakra quello della radice, situato alla base della spina dorsale, tra l’ano e i genitali, l’elemento è la terra, il senso l’olfatto, il colore rosso, nero, Muladhara chakra.

Mula significa “radice”, adhara “supporto”: questo chakra dunque, localizzato alla base della colonna vertebrale, è “la terra” (tale è infatti l’elemento cui è collegato) in cui si radica “l’albero della vita” di ciascuno ovvero, come sede di Kundalini, è il centro in cui l’Energia Suprema è “addormentata”, presente soltanto a livello potenziale. La qualità sensibile correlata a Muladhara è l’olfatto. La coppia divina del mantra è Brahma-Savitri. Di quest’ultima la mitologia indù racconta che venne fecondata da Brahma prima della Creazione e che fu dal suo utero che emersero, a partire dalla musica, innumerevoli “figli”, compresa la morte.

Vibriamo il mantra Lam quando non ci sentiamo centrati quando abbiamo bisogno di sentirci protetti e quando necessitiamo di un collegamento con madre Terra, ma anche per equilibrare il senso dell’olfatto per relazionarci alle nostre radici, per ringraziare gli antenati, e per lavorare con le energie più pesanti ripulendole.

Mahan Priti Anna

Tutti i miei servizi sono offerti con contributo volontario, per saperne di più scrivi a questa mail bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
mantra

Il mantra OM : l’inizio

Il Mantra Om è attribuito alla prima vibrazione della sostanza Cosmica, è dunque il mantra primordiale. OM viene da AUM queste lettere raccontano la creazione, la conservazione e il suo riassorbimento nella totalità dell’Uno, correlate come sono a Brahma, Vishnu e Shiva. Questa sacra sillaba, dunque, significa Brahman, l’Anima Suprema, la Trinità nell’Unità.

Il “mantra dei mantra” è composto da tre lettere: A, U e M di cui le prime due vocali si uniscono nella O. La lettera A rappresenta il piano materiale dell’universo, la U quello sottile e la M quello causale, non manifesto. Nell’essere umano A è in relazione al corpo materiale, U al corpo sottile, o psichico, e M al corpo causale, o puro spirito. Il fonema mantrico OM viene anche nominato talvolta come il “Pranava”, che significa “veicolo del prana”. Prana è un modo di definire la forza, il “soffio” divino che presiede alla vita di ciascuno.

Come si recita Om
La recitazione di OM può essere più o meno prolungata, ma è importante che termini con la vibrazione della M in tono più acuto del resto, anche se, come consonante labiale, prodotta a labbra chiuse. All’attacco si fanno vibrare il respiro e la lingua per mezzo della laringe e del palato come fossero una cassa di risonanza. Il suono di A è gutturale, e parte dal fondo della cavità boccale. U si ottiene dal movimento in avanti della lingua, provocato dall’emissione della forza energetica dell’espirazione e finisce sulle labbra, che a questo punto si chiudono per dare luogo alla M. Se con la OM si vuole attivare il prana alle tre lettere corrispondono tre fasi respiratorie, addominale per la A, toracica per la U e clavicolare per la M.

L’obiettivo finale, dopo la presa di coscienza del movimento del respiro e l’interiorizzazione del suono, è quello di un controllo della propria energia respiratoria.

Mahan Priti Anna

Tutti i miei servizi sono offerti con contributo volontario, per saperne di più contatta questa mail bluscorpionavallone@gmail.com

Il cerchio magico : l’aura

Nella nostra immaginazione, abbiamo la visione della maga o del mago che traccia un cerchio intorno a sé, per proteggersi e poi per produrre le parole magiche o iniziare il suo atto creativo. Questa rappresentazione è esatta, in quanto il primo atto di magia e quello di connettersi e proteggersi, per poi formulare il rito.

Quando un iniziato vuole creare utilizza gli stessi “mezzi” che ha usato Dio, il quale compie il primo atto manifestando la Luce, questa luce può essere associata ad una sfera ad un cerchio nel quale poi Dio attraverso le immagini plasma e modella tutta la creazione. L’Iniziato quindi come primo atto disegna anche simbolicamente un cerchio intorno a sé che contiene la sua aura, poi pronuncia le parole (il verbo), le quali attraversando la sua aura si impregnano della sua stessa essenza e forza e si indirizzano verso l’obiettivo.

La potenza dei maghi e degli Iniziati è data dal fatto che sono capaci di impregnare le parole che pronunciano della stessa materia della quale si compone la loro aura, che è abbondante, intensa e pura. La parola è come un recipiente: produce effetti tanto più grandi quanto più è impregnata dell’elemento creatore la luce.

Potete notare questo anche nella vostra vita quotidiana, a volte parlate senza ottenere effetti sugli altri, altre volte una sola parola ottiene molti risultati. Questo dipende dalla forza e della potenza della vostra aura.

Un’aura pura, luminosa e potente è una barriera insormontabile, e costituisce un ostacolo contro tutte le correnti nocive che percorrono il mondo visibile o invisibile. Avvolto in una tale aura, l’uomo è come
in una fortezza e, per di più, quando attorno a lui non ci sono che inquietudine, disordine e agitazione, rimane impassibile, saldo, pieno
d’amore e di coraggio, perché sente di essere abitato da una luce interiore. Ognuno può creare attorno a sé un’aura così potente mediante la preghiera, la meditazione e la pratica delle virtù.

Ciò non vuol dire che quando avrete un’aura potente, una fortezza di luce, non sarete mai più disturbati o assaliti. Purtroppo, finché si è sulla terra, non si è mai completamente al riparo dagli assalti e dalle battaglie. Tuttavia, se si è ben protetti dalla luce, la cosa è diversa. Perfino gli Iniziati sono
obbligati a proteggersi. Certo, perfino i più forti, i più potenti devono continuamente provvedere a innalzare fra loro e gli spiriti del male che vengono ad assalirli delle barriere di luce e dei cerchi di fuoco. Come è possibile che persone deboli possano credere di non aver bisogno di alcuna protezione!

È ora di comprendere l’importanza del lavoro sulla propria aura. più volte durante il giorno circondatevi di luce e di colori, così da costruire attorno
a voi una barriera insormontabile che vi protegga dalle influenze negative e dalle entità malefiche.
Costruite intorno a voi un cerchio di luce e immaginate di mettervi una sorgente luminosa cherisplenda ininterrottamente, e che tale luce si
diffonda su di voi e attorno a voi. Gesù diceva: «Vegliate e pregate ». Pregare vuol dire inviare correnti luminose nello spazio. Se non ricevete
l’aiuto e la protezione del Cielo, ciò significa che non avete mai inviato luce. Il Cielo non si occupa di ciò che è spento. Volete che risponda ai vostri appelli? Accendete tutte le vostre lampade.

C’è chi dirà: «Ma non si ha tempo di fare esercizi di questo genere. » Quando qualcuno mi dice: «Non ho tempo, sono troppo occupato. . . » gli rispondo: «Ah, certamente, capisco perfettamente. – Che cosa capite? – Capisco che avrete tempo per affrontare disgrazie, per rivoltarvi nel vostro letto lamentandovi. Quando non si ha tempo per il bene, lo si avrà per il male. »

Nel mondo le cose avvengono proprio così: se non avete tempo per la luce, l’avrete per le tenebre. È una legge inesorabile, assoluta.

Ispirata dalla lettura di Aivanov

Mahan Priti Anna

tutte le mie attività sono a contributo volontario per maggiori informazioni, contatta questa mail bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
meditazioni

Come vedere il tuo sé spirituale

Quando sviluppi una idea del tuo sé spirituale e delle dimensioni energetiche, è tempo di introdurre la componente visiva. Inizia questo esercizio rilassandoti e chiudendo gli occhi. Immagina un campo di energia che penetra nel tuo corpo e si diffonde da diciotto a ventiquattro pollici intorno ad esso. Sii consapevole dello spazio dietro la schiena e sotto i piedi. Se trovi difficile vedere il tuo corpo, fai un paio di passi immaginari indietro, poi cammina in avanti per guardarti di fronte.

Se è emersa un’immagine chiara del tuo corpo spirituale, nota di che colore è. Quindi nota le sue qualità energetiche. Si muove e, se sì, come? È denso come la terra? È leggero come il sole? È intero o le parti sono diverse l’una dall’altra? Nota questa differenza.

Se vuoi sapere qualcosa sulle tue osservazioni o non capisci cosa hai visto, fai una domanda. Il lavoro dello sciamano non avviene mai in isolamento. Ci sono guide invisibili con te tutto il tempo. Aspetta una risposta. La risposta arriverà sotto forma di parole, pensieri, immagini o sensazioni. Più ti eserciti, più informazioni ottieni. Crei canali di comunicazione con il tuo sé spirituale.

Fai questo esercizio tutte le volte che vuoi. Va bene se impari a farlo velocemente.

Tutte queste tecniche che condivido con te ti saranno utili, nel tempo per avere coscienza del tuo potere personale e di quanto tu lo possa sviluppare, migliorare e usare per il tuo bene e quello della umanità.

Mahan Priti Anna

Seminari, corsi, meditazioni, consulenze, sono offerti tutti a contributo libero, per saperne di più contattami a questa mail : bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
meditazioni

Come percepire il proprio sé spirituale

Nelle classi di meditazioni, spesso uso degli esercizi di consapevolezza e di esperienze del proprio sè, questo esercizio che segue, ha la caratteristica di essere semplice e di dare la percezione del proprio corpo spirituale, in relazione al mondo.

Attraverso questa “meditazione” comprenderai, il valore del tuo spazio vitale, e la necessità di proteggerlo, inoltre, questo esercizio, ti permette di muoverti nel mondo con una leggerezza e padronanza aumentata.

Rilassati e chiudi gli occhi (col tempo imparerai a usare la visione sciamanica con gli occhi aperti).

Definisci i confini del tuo corpo fisico: inizia con le dita dei piedi e sali lungo il corpo. Questo deve essere fatto rapidamente in modo che in pochi istanti si realizzi tutto il corpo.

Inizia lentamente ad espandere i confini di questa sensazione, immagina che la tua pelle sia elastica e gradualmente riempita d’aria. Continua ad “espandere” l’intero corpo in questo modo fino a quando senti di essere aumentato di circa diciotto o ventiquattro centimetri.

Sperimenta questa sensazione: immagina di spingerti attraverso una porta o di entrare in una macchina. Realizza come ti senti quando strofini il bordo del tuo corpo espanso contro un muro o se sfiori gli altri.

Ora senti te stesso rimpicciolire alla tua dimensione normale. Ripeti l’esercizio tutte le volte che vuoi. Nel tempo, scoprirai che man mano che sviluppi una comprensione del tuo campo energetico, diventa sempre più difficile per te tornare alla tua scatola fisica.

Mahan Priti Anna

i miei corsi seminari, consulenze personali sono tutte a contributo volontario, per saperne di più scrivi a questo indirizzo:

bluscorpionavallone@gmal.com

Categorie
rituali

Rituale di autobenedizione

Questo rituale andrebbe eseguito durante la Luna nuova, ma non è strettamente limitato a questa fase lunare.

E’ la necessità e non il tempo meteorologico che deve spingere ad agire. Si tratta di un rituale di grande potenza che deve essere officiato quando se ne ha davvero bisogno e non con leggerezza o faciloneria. Lo scopo primario è mettere il soggetto nelle condizioni ideali per meglio avvertire la presenza della divinità, come entità superiore e suprema. In tono minore, lo si può celebrare anche come rituale di auto-offerta, specie quando non si dispone di una sacerdotessa, un sacerdote o di una congrega. Infine, lo si può intendere anche come un piccolo esorcismo per allontanare tutte le influenze negative che possono essersi accumulate sulla persona. In questa dimensione, può venir officiato da chiunque per se stesso, uomo o donna, a piacere.

Il rituale va eseguito in un luogo silenzioso, lontano da disturbi di ogni tipo. Ecco ciò che occorre: sale, qualche pizzico in una ciotola; vino, un bicchiere; acqua, mezzo bicchiere; candela, di tipo votivo.

A rituale terminato, un sentimento di grande pace e serenità scenderà su di voi.

Quando si ritiene di essere pronti, si sparge il sale per terra e si accende la candela. Lasciate che la vivida luce si diffonda e assorbitela nel vostro corpo mescete il vino e l’acqua in un unico contenitore.

Nel compiere queste semplici operazioni fissate bene in mente il motivo di questa autobenedizione.

Ora, proclamate a voce alta: Benedicimi, Madre, perché sono un tuo figlio.

Intingete le dita della mano destra nella miscela di acqua e vino e bagnatevi gli occhi, dicendo: Che i miei occhi siano benedetti, affinché possa scorgere il tuo sentiero.

Bagnatevi il naso: Che il mio naso sia benedetto, affinché possa odorare la tua essenziale fragranza.

Bagnatevi la bocca: Che la mia bocca sia benedetta, affinché possa parlare di te.

Bagnatevi il petto: Che il mio petto sia benedetto, affinché possa mantenere fede alla parola data.

Bagnatevi i fianchi: Che i miei fianchi siano benedetti, essi che trattengono la vita dell’uomo, come da te ogni cosa discende.

Da ultimo, bagnatevi i piedi: Che i miei piedi siano benedetti, affinché io possa seguire il tuo cammino.

A questo punto il rituale è finito, ma è consigliabile soffermarsi ancora qual che istante per cogliere completamente la magia del momento.

Non dimenticate di meditare su un fatto importante: con questa benedizione avete invocato l’attenzione benevola della Dea, chiedendole con umiltà di crescere in Lei e di raggiungere le mete che vi siete prefissi, nella conoscenza e nella saggezza.

Mahan Priti Anna

I miei seminari, corsi, consulenze personali, sono tutte a contributo libero, per maggiori informazioni, scrivi a questa mail : bluscorpionavallone@gmail.com

Corrispondenze planetarie

Pianeta – Metallo – Pianta – Incenso – centro nervosoTarocco

Saturno  – piombo  – ontano –  mirra – plesso sacrale –  Il Mondo

Giove – stagno – quercia – cedro – plesso solare – La Ruota della Fortuna

Marte – ferro – agrifoglio – erica – ganglio prostatico – La Torre

Sole – oro – betulla – olibano – plesso cardiaco – Il sole

Venere – rame ottone – melo – rosa – plesso faringeo – L’imperatrice

Mercurio – mercurio – nocciolo – storace – ghiandola pineale – il Bagatto

Luna – argento – salice – gelsomino – ghiandola pituitara – La luna  

Mahan Priti Anna

I miei seminari, le conferenze, le lezioni i corsi e le consulenze personali, sono tutte a contributo libero, per maggiori informazioni scrivi a questa mail : bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
alberi

Ogham l’alfabeto arboreo e le qualità degli alberi corrispondenti

Beth B betulla
Luis L sorbo selvatico
Nion N frassino
Fearn F ontano
Saille S salice
Huath H biancospino
Duir D quercia
Tinne T agrifoglio
Coll C nocciolo
Quert Q Melo
Muin M vite
Gort G edera
Ngetal NG canna di palude
Straif SS prugnolo
Ruis R sambuco

Ailm A abete d’argento
Onn O ginestrone
Ur U erica
Eadha E pioppo bianco
Idho I tasso

BETH – Betulla : inizio, purificazione, rinascita –  Per Taraglio la betulla corrisponde al mese lunare che va dal 1 Febbraio al 28 Febbraio, iniziando quindi il calendario nella festività di Imbolc dedicata alla Dea Brigit.

LUIS – Sorbo selvatico : risveglio, ritorno alla vita, il suo nome è legato al fuoco. I druidi lo usavano come strumento di veggenza.  il sorbo selvatico corrisponde al mese lunare che va dal 1 Marzo al 28 Marzo.

NION – il frassino : rinascita, trasformazione, iniziazione, fortuna. Le sue foglie, caricate attraverso parole magiche fungono da talismano. Albero di guarigione, Il frassino corrisponde al mese lunare che va dal 29 Marzo al 25 Aprile.

FEARN – l’ontano : forza, resistenza, spiritualità, legato all’acqua, è l’albero che mette in collegamento con il mondo spirituale, rapresenta la resurrezione. Rappresenta la resistenza e la forza. L’ontano corrisponde al mese lunare che va dal 26 Aprile al 23 Maggio.

SAILLE – il salice bianco : legato all’acqua, alla luna, alla dea Bianca la grande dea Madre, albero sacro ai poeti.  Il salice corrisponde al mese lunare che va dal 24 Maggio al 20 Giugno.

HUATH – il biancospino : legato alla Dea che difende l’ordine delle cose, rappresenta la donna selvaggia la fertilità, albero sacro alle fate. Il biancospino corrisponde al mese lunare che va dal 21 Giugno al 18 Luglio.

DUIR – la quercia : rappresenta il contatto con la terra e con gli antenati, albero della luce della forza e della continuità, è l’albero della soglia tra i due mondi. La quercia corrisponde al mese lunare che va dal 19 Luglio al 15 Agosto.

TINNE – l’agrifoglio : è l’albero della protezione e della fortuna. L’agrifoglio corrisponde al mese lunare che va dal 16 Agosto al 12 Settembre.

COLL – il nocciolo : è l’albero della conoscenza e della saggezza. Il nocciolo corrisponde al mese lunare che va dal 13 Settembre al 10 Ottobre.

QUERT – il melo selvatico : Il melo è l’albero dell’immortalità ed è legato a Samhain, la festività del passaggio dalla luce al buio. Simbolo della Dea rappresenta l’immortalità, il cerchio della vita e ancora l’uomo come parte dell’universo.

MUIN – la vite : rappresenta la gioia, l’armonia, la felicità, è l’insegnante che porta la conoscenza, La vite corrisponde al mese lunare che va dall’11 Ottobre al 7 Novembre.

GORT – l’edera : legata all’aspetto femminile e lunare, rappresenta la Dea nell’aspetto di protezione dalle negatività. L’edera corrisponde al mese lunare che va dal 8 Novembre al 5 Dicembre.

NGETAl – il giungo : legata al maschile, ma anche all’acqua, ci parla di regalità e di potere, e dell’equilibro fra interno ed esterno. Il tiglio corrisponde al mese lunare che va dal 6 Dicembre al 2 Gennaio.

RUIS – il sambuco : nascita, crescita, morte, protezione della famiglia, connesso alle maghe. Il sambuco corrisponde al mese lunare che va dal 3 Gennaio al 31 Gennaio.

AILM – L’abete argento : albero della benevolenza degli dei, della immortalità e della promessa della vita.L’abete argentato corrisponde al 23 Dicembre.

ONN – il ginestrone : sviluppo e crescita nonostante le aveversità. corrisponde all’equinozio di primavera.

UR – l’erica : dona amore e passionalità, compagnia e restituisce la forza. Fiore degli amanti. Corrisponde all’equinozio di autunno.

EADHA – Il pioppo bianco : rinascita spirituale lunga la vita, Beltane 1 maggio.

IDHO – il tasso : forza e guarigione, morte e rinascita. Il tasso corrisponde a Samhain (1 Novembre).

Questo elenco può avere diversi usi, oltre agli accenni sulle qualità degli alberi, puoi usare le caratteristiche dei legni per creare degli amuleti, oppure, puoi usare l’alfabeto per i tuoi riti magici, segreti. io uso questi simboli anche per creare le bacchette magiche.

Mahan Priti Anna

I miei seminari, i corsi, i percorsi individuali, le meditazioni, sono tutte a contributo libero, per saperne di più scrivi a questa mail : bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
2021 numerologia

Numerologia del 2021 previsioni

La numerologia è un sistema secondo cui ai numeri viene dato un significato simbolico e spirituale, per “anno universale” si intende la somma dei numeri che compongono l’anno in questione, eventualmente ridotto alla cifra singola in questo caso 2+0+2+1=5

Dunque la manifestazione del 5 è la libertà, libertà intesa in particolare, con una connotazione passionale e di forza anche per tutte le  espressioni e artistiche, la libertà del 5 è quella sregolata che ha compreso che è in grado di creare, ma che non ha alcuna base concreta o conoscenza della creazione.  Sicuramente la tendenza è quella di liberarsi da alcuni vecchi paradigmi, insieme alla necessità di creare gruppi e associazioni di persone.

Questa tendenza è sicuramente molto interessante, e pare, che qualcuno al governo stia già correndo ai ripari, questa tendenza sarà calmierata dalle costrizioni in cui ci troviamo ed è anche per questo che questa energia può essere ancora più esplosiva.

Cosa dobbiamo fare noi che siamo in cerca di una strada per incanalare questa energia? Sicuramente dobbiamo aprirci e proporre nuove idee, mettere in pratica i nostri sogni e le nostre tendenze, l’energia esiste, dobbiamo credere in noi stessi e mantenere la barra dritta, verso la realizzazione nostra e di tutti gli esseri umani.

In ultima analisi, accettare l’incertezza come parte integrante della nostra vita è la vera sfida, il figlio generato dal 4 al 5 è “l’incertezza”  la grande sfida sarà comprendere, che da sempre tutto è incerto, da sempre tutto non è uguale a ieri e in questa fluidità generare il nostro sogno la nostra piena manifestazione.

La prova dunque è quella di conoscere e contenere questa vitalità che potrebbe portarci a fare scelte avventate e a disperdere troppa energia.

Facciamo amicizia con l’incertezza a memoria  della impermanenza di ogni cosa, facciamo amicizia con questa energia dirompente, senza che essa si canalizzi uno stato d’animo depressivo. Teniamoci uniti collaboriamo gli uni con gli altri. Siamo tutti degli eroi, se risvegliamo la nostra essenza

Mahan Priti Anna

Tutti i miei seminari, corsi e sessioni individuali sono a contributo liber per saperne di più scrivi a questa mail

bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
meditazioni

La danza come strumento di meditazione

Dal miglioramento dell’umore e dal rilassamento alla totale unità con il cosmo, la musica ha la capacità di cambiare con forza il nostro stato d’animo. La meditazione non è poi così diversa. La meditazione abbassa il cortisolo, l’ ormone dello stress, ci aiuta a dormire meglio, e ricollega il cervello con una serie di qualità positive. 

Sia la musica che la meditazione interrompono il nostro chiacchiericcio mentale incessante e spesso negativo e ci offrono l’opportunità di abitare il momento presente in modo più completo e significativo. 

La musica fa parte di tutte le autentiche tradizioni spirituali: è stata utilizzata come elemento importante di riti e rituali spirituali per unificare i gruppi tra loro e con il divino, per focalizzare la mente, esplorare verità più profonde e trascendere i limiti dell’esistenza ordinaria. I mantra e i raga cantati delle tradizioni indù, i salmi di Davide nella Bibbia, la sillaba seme dello yoga “om” e gli inni delle moderne chiese sono tutti esempi di strumenti universalmente utilizzati per portare i praticanti spirituali a stati di coscienza più elevati.

La musica ci costringe ad assumere una prospettiva centrata sul presente sulla realtà per impegnarci con essa. Che sia Debussy o deep house, per percepire un brano musicale dobbiamo seguire ogni battito o nota come accade in tempo reale. Questa sensazione di essere presenti ci fa sentire bene; ci rende felici.

Spesso durante le mie pratiche di meditazioni uso la musica sia per trovare una via di scarico, sia per ricentrarmi e sentire l’appartenenza alla madre terra. Dunque ogni volta, che mi lascio andare al ritmo, sento che in quel momento posso relazionarmi alla mia anima con leggerezza ma sentendomi stabile.

Fatelo anche voi ogni volta che volete, usate qualsiasi tipo di musica che vi ispiri al momento, le espressioni artistiche hanno un legame con l’infinito, la musica, ha la particolarità di integrare il corpo fisico con quello spirituale. Provare per credere.

Mahan Priti Anna

Tutti i miei seminari, i corsi e le sessioni individuali sono a contributo volontario per avere maggiori dettagli scrivi a questo mail

bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
tarocchi

Segni zodiacali, colori e corrispondenze nei tarocchi

Ariete – rosso – L’ Imperatore

Toro – rosso-arancio – Il Papa

Gemelli – arancio – Gli Amanti

Cancro – giallo-arancio – Il Carro

Leone – giallo – La Forza

Vergine – giallo-verde – L’Eremita

Bilancia – verde – La Giustizia

Scorpione – blu-verde – La Morte

Sagittario – blu – La Temperanza

Capricorno – blu-viola – Il Diavolo

Acquario – viola – Le Stelle

Pesci – rosso-viola – La Luna

Semi e carte dei tarocchi correlati ai quattro elementi

Nei tarocchi il seme di Bastoni e la carta della Giustizia appartengono all’elemento Fuoco; le Coppe e l’Impiccato all’Acqua; le Spade e il Matto all’Aria; infine i Danari (detti anche Pentacoli) all’elemento Terra.

Mahan Priti Anna

I miei seminari, consulenze personali, corsi, sono tutte a contributo libero, per maggiori informazioni, scrivi a questa mail:

bluscorpionavallone@gmail.com bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
rituali

Il rituale dei nodi

Un importante principio di magia dice che una qualsiasi semplice emozione o forza elementare può essere governata e tenuta sotto controllo bloccandola con un nodo. Amore, poteri magici, venti, nuvole, pioggia, la cura di una malattia…

insomma, tutto può essere “legato” con il solo aiuto di una cordicella scarlatta (meglio se consacrata a livello magico durante un rito all’interno di un Grande o Piccolo Cerchio), che, avvolta in un panno di seta, va conservata in una scatola tenuta in luogo sicuro. Le tradizioni e le leggende antiche sono piene di racconti in cui compaiono corde annodate come segno di prodigiosi strumenti magici, rigogliose riserve di potere.

Quando si ha a che fare con poteri naturali, come quelli legati al vento o alla pioggia, si deve sempre operare con tre nodi (meglio ancora, secondo tre serie di nove nodi ciascuna). Per esempio: un nodo, per suscitare una lieve brezza, due per sollevare un vento moderato, tre per scatenare una tempesta.

Ogni atto magico, ricordate deve essere fatto con intento chiaro e sempre si devono produrre delle parole magiche adatte alla situazione e alla occasione.

Un semplice metodo per curare un raffreddore o qualche lieve indisposizione consiste in questo: il mago «compera» il male dall’ammalato per una cifra simbolica, quindi con un nodo lo «lega» a una corda.

Alla fine appende la corda annodata a un cespuglio oppure la sotterra in un luogo in cui gli agenti naturali la possano facilmente deteriorare e assorbire.

E’ utile avere con se un talismano carico per fare questa operazione.

Mahan Priti Anna

I miei seminari, consulenze personali, corsi, sono a contributo libero, per saperne di più scrivi a questa mail : bluscorpionavallone@gmail.com

Amuleti e talismani

Gli amuleti e i talismani sono oggetti specificamente consacrati per costituire un catalizzatore di energia oppure un punto di focalizzazione attraverso cui la forza scorre e transita per andare a raggiungere e cogliere l’obbiettivo previsto.

Molti sono i modi grazie ai quali un mago può ottenere protezione o aiuto. L’amuleto, per esempio, è un mezzo potente. Se lo si porta addosso esercita sempre un forte influsso sul possessore, sia nel senso della protezione sia della carica personale, aiutandolo a superare le difficoltà.

E’ utile creare un talismano da portarsi addosso. Deve essere realizzato con materiale naturale e fatto a mano. Le forme più indicate sono quelle ovali o rotonde. Il legno duro, il rame, il bronzo e l’argento sono materiali particolarmente validi per accogliere e trattenere le parole magiche da incidervi sopra.

Quando ci si appresta a realizzare un amuleto o un talismano è importante fissare bene in mente la finalità per cui lo si fabbrica. Più il tenore emotivo riguardo allo scopo è alto, meglio riuscirà l’operazione.

Qualsiasi formula, parola, segno o simbolo che compaia su di un talismano deve essere scritto secondo un alfabeto magico. Particolarmente utile è l’alfabeto delle Piante (Ogham), ma anche quello runico vanta molti seguaci.

Nel confezionare un talismano per sé o per gli altri è fondamentale focalizzare con chiarezza la necessità per cui lo si crea: si desidera danaro oppure si cerca sicurezza? Si spera di trovare un lavoro o si vuole migliorare quello che già si ha? E un talismano per l’amore o per l’attrazione sessuale? Più il mago riuscirà a centrare l’obiettivo del desiderio, più i risultati saranno accurati e veloci a venire.

Talismani e amuleti possono venire caricati per un dato periodo di tempo, seconda dello scopo. Ai fini pratici dell’efficacia e nel caso di oggetti con breve effetto a fini di protezione o per perseguire semplici obiettivi, è buona norma eseguire l’operazione di ricarica secondo una cadenza almeno bimensile.

Ognuno può essere in grado di creare il proprio talismano o amuleto, necessario dunque è: avere l’intento chiaro, caricarlo per un minimo di tempo e con la massima partecipazione, ricaricarlo almeno ogni due mesi.

Mahan Priti Anna

I miei seminari le meditazioni e le consulenze private sono a contributo libero per maggiori informazioni scrivi a questa mail : bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
rituali con l'acqua

Pulizia e benedizione con l’acqua


Usa questo rituale quando vuoi ricominciare da capo o dopo una fase problematica della tua vita da cui vuoi andare avanti. Puoi farlo come parte del tuo rituale del fuoco o dopo il tuo rituale del fuoco.

Se puoi, visita un luogo di acqua corrente fresca come una sorgente o un ruscello, oppure vai su una spiaggia. Se non riesci a farlo, attingi dell’acqua dal rubinetto e mettila in una ciotola.

Per creare la forma del tuo rituale, considera quali benedizioni stai cercando per la prossima fase della tua vita. Di cosa hai bisogno per la fase successiva? Ogni giorno, per alcuni giorni prima del rito, rivolgi la tua preghiera agli spiriti che guidano la tua vita, chiedendo il loro aiuto per apportare i cambiamenti che devi invitare.

Quando arriva il giorno e ti senti pronto, raccogli dell’acqua dalla sorgente o versala in una ciotola. Aggiungi un po ‘di sale, dicendo:

‘Con il sale benedico quest’acqua purificante.

Da ogni vergogna, mi purifico,

Da ogni ferita, mi purifico …,

Da ogni … [fai la tua preghiera, come meglio sai – cosa deve essere purificato] Mi purifico …,

Mentre le acque fluiscono verso il mare, possano queste preoccupazioni scorrere da me. “

Mentre dici “Da ogni …”, lava il viso e le mani con un po ‘d’acqua. Se sei fuori, getta l’acqua sulla terra, pregando affinché questi residui vengano cambiati e purificati.

Se sei in riva al mare, puoi stare in acqua e lasciare che facciano il loro lavoro. Mentre pronunci la tua preghiera, lascia che ogni onda faccia la purificazione. Se sei in casa, l’acqua può essere versata nel lavandino. Mentre versi l’acqua, dì:

‘Ringrazio le acque purificatrici.

Possa tu tornare alla fonte,

Cambiato e purificato sulla tua strada. “

Ora pulisci la ciotola e attingi acqua fresca, dicendo:

‘Mentre le piogge lasciano cadere benedizioni su ogni anima,

Possa ogni benedizione dal regno della misericordia

Illuminare la mia anima questo giorno.

Un’onda di gioia sul mio cuore [lave l’acqua sul tuo petto],

Un’onda di saggezza sulle mie mani [lavati le mani],

Un’onda di gentilezza sulle mie labbra [lava la bocca],

Un’onda di pace sulla mia testa [lava la tua testa],

La benedizione di [dichiara le benedizioni che cerchi] sulla mia strada

Questo giorno e notte, ogni giorno e notte,

Che la mia anima possa brillare. “

Ora, nelle direzioni intorno a te, manda una manciata d’acqua affinché anche loro possano ricevere la benedizione. Se sei al mare, ancora una volta, ogni onda può aiutarti a benedirti. Se sei all’interno, sarà sufficiente una macchia d’acqua in ogni direzione. Taci e senti l’inizio della nuova fase del resto della tua vita. Infine, rivolgiti a ciascuna delle direzioni e ringrazia.

Mahan Priti Anna


I miei seminari, consulenze personali, sono a contributo libero e voontario per maggiori informazioni contattami

Categorie
luna piena

Ultima Luna Piena 2020

Siamo intrappolati in un equilibrio precario, tra forze opposte che si fronteggiano, tra maschile e femminile oppure tra azione non azione. dobbiamo usare questo stato a nostro vantaggio, intanto comprendendo che non c’è giorno senza notte e non c’è giusto senza sbagliato. Questo è il momento dunque per intraprendere delle azioni correttive, a partire dalle nostre convinzioni, cosa dobbiamo aggiustare, sistemare? Lasciamo che il destino faccia il suo corso, ma serve anche da parte nostra una spinta, la presenza la presa di coscienza di ciò che è basterà. Dobbiamo tenere presente la transitorietà di tutte le cose, e dobbiamo ricordare che l’autorità proviene dal profondo desiderio di servire.

Questa luna ci dice che è tempo di imbracarci perchè questo è il momento del grande viaggio, anche se non siamo sicuri di dove andare, dobbiamo partire, abbandonare questi lidi, e dirigerci, oltre segnando la mappa giorno dopo giorno, se perdiamo l’occasione di questa ultima luna, per deciderci ad affrontare il viaggio del cambiamento, il viaggio per uscire dai nostri soliti confini, non possiamo giurare quando sarà il prossimo momento propizio. Questo è un richiamo al pellegrinaggio all’ignoto.

Devi prendere del tempo per distaccarti dal mondo che ti circonda, in un profondo raccoglimento. Vai nei luoghi dove hai più paura di andare, questo è la chiamata, tocca a noi, decidere di seguire il flusso, o restare fermi e non comprendere.

La nostra vita si sta cambiando profondamente, speriamo che la vita si rinnovi come si rinnova la vita della luna ogni mese.

Sedete in meditazione, allargate il vostro cuore e andate a rimettere insieme i vostri pezzi, il viaggio ricomincia!

Mahan Priti Anna


I miei corsi, meditazioni, consulenze di crescita personale spirituale, sono sempre a contributo libero, per informazioni

Categorie
Proprietà dei colori

I colori e i loro attributi

quarta ed ultima parte : Indaco, rosa, bianco, marrone, oro bronzo, grigio argento,

Indaco
• Nell’aura fisica: introverso, leale, di fiducia.

• Nell’aura mentale: intuitivo, sincero.

• Nell’aura emozionale: solo, magari un po’ depresso

• Nell’aura spirituale: capacità per la trance.

La nota la, sesto chakra (terzo occhio), sesto senso, percezioni extra-sensoriali. Intuitivo, leale, sincero, introverso, ama la famiglia, la casa, i bambini. Solitudine, pregare, vocazione religiosa, potenziale di chiaroveggenza. Colore della fiducia, filosofo, pieno di compassione, spesso pilastro della sua comunità, spirito positivo, sognatore, cerca giustizia, difficile cambiare le abitudini.

Rosa
Amore, tenerezza, femminilità, romantico, amore della madre, devozione, gentilezza, salute, forza disciplinata. Felici quando sono nell’umanitario. Spesso nelle esplorazioni, perfezionisti, esigenti con sé stessi e gli altri, propositivi. Colore della famiglia. Governato da Venere. Spesso non amati nell’infanzia, hanno bisogno di riconoscenza. Indecisi a volte, vita con alti e bassi. Cose esotiche, classiche, amante dell’arte e della musica. Innocenza, purezza, ingenuità, sensibilità, fascino, imparziale, degno di fiducia, non si scoraggia, capace di comprensione, a volte impaziente possono diventare intolleranti, testardi, autoritari, a volte tirannici. Spesso difficilmente avvicinabili, isolati e solitari. Bisogno di sicurezza

Il bianco
Lo yang, il sole, il maschile. Inizia ora, ripartire da zero, nuovo approccio della vita. Contiene tutti i colori. Indica la purezza, forza positiva, attivo, competenze spirituali, aperto, non si vede spesso nell’aura di un adulto, artista, conferenziere. Un insegnante non noioso. Pensano agli altri prima d’agire, vigilanti, esitanti.

Marrone
Ancorato, i piedi per terra, magari un periodo difficile o un po’ depresso, debole, protettore, attento, erudito, buon ascoltatore e buon amico. Gli studi, l’apprendere, delusione, vuole fare troppo.

Oro (bronzo)
Pace, comprensione, vuole un cammino spirituale, simbolo di perfezione, nuove sfide, difficoltà materiali, l’alba di una nuova era, la gioia, la grazia, speranza, felicità, individualista, spesso saggio irradia calore, ha simpatia e comprensione. Persona piena di gioia, ammirato, a volte scoraggiato dalle frustrazioni. Indulgente verso sé stesso, costruisce castelli in aria, a volte, egoista e possessivo verso le cose e la gente, indeciso. Porta speranza, gioia alle persone tristi o depresse.

Grigio e argento
Arte e musica, degno di fiducia, vero amico, stanchezza, mancanza di immaginazione. Forse un problema d’udito, persona sola, bisogno di direttive, ambizioni materiali, tendenza alla grandezza. Grigio scuro: depresso, rifiuta di spostarsi, mancanza di fiducia in sé, periodo doloroso, perdita di fiducia nell’avvenire, incertezza, dubbi.

i colori dunque parlano di noi degli stati d’animo, e possono essere usati per cambiare stati d’animo, usa dunque la tua fantasia e la tua creatività, e usa tutti i colori, senza avere schemi fissi, questo ti permette di manifestare la tua capacità di comunicazione ed interazione nel mondo.

Mahan Priti Anna


I miei seminari, consulenze individuali, corsi, sono tutti a contributo libero, per maggiori informazioni, contattami a questa mail

Categorie
rituali - sciamanesimo

Purificazione attraverso il fuoco

La maggior parte dei rituali del fuoco si svolgono all’aperto, sebbene sia possibile invocare lo spirito del fuoco semplicemente accendendo una candela e aprendosi alle sue energie. L’intenzione è tutto, in questo come in tutti i rituali; senza di esso non succederà nulla.

Ci sono varie intenzioni che potresti voler considerare in questo contesto. Il fuoco purifica; in modo che se sei turbato nella mente o nello spirito e desideri liberarti di pensieri o idee indesiderate, o apportare nuovi cambiamenti nella tua vita, potresti scoprire che accendere un fuoco e lasciarlo bruciare è un buon passo da fare .

DARE AL FUOCO
Considera cosa vuoi mettere nel fuoco per essere bruciato o cambiato: cosa è vecchio, rotto e impraticabile nella tua vita? Puoi fare un elenco di cose che vorresti rilasciare al fuoco su un pezzo di carta, oppure puoi creare un oggetto che rappresenta ciò che stai dando al fuoco. Fallo il più attentamente possibile, come se stessi facendo un’offerta o un regalo. La tua lista o oggetto rappresenta un contratto tra te e lo spirito della vita: quando lasci andare qualcosa, arriva qualcosa di nuovo. È bene digiunare per almeno mezza giornata prima di questo rituale.

Accendi il tuo fuoco con cura, come se stessi creando un luogo in cui lo Spirito possa abitare: accendi il fuoco dicendo

‘Accendo questa fiamma in nome della vita e della luce

Chiamo in questo luogo lo spirito del fuoco e l’energia della fiamma

Per benedire e purificare il mio spirito

E per prendere via tutte le cose indesiderate che

Non sono più necessari. “

Quando sei pronto, metti la tua lista nel fuoco, osservando come la carta diventa prima rossa, poi nera, e le scintille volano in aria. Lascia che i tuoi pensieri o sentimenti negativi volino con loro, lasciandoti purificato. Se lo desideri, mentre il fuoco brucia, potresti girarlo lentamente, fermandoti in ciascuna delle direzioni per chiedere rinnovata energia o nuove opportunità di crescita e cambiamento. In ciascuno dei punti cardinali voltati verso l’esterno e dì:

‘Invito gli spiriti della [direzione] a portarmi forza / pace / luce / energia / saggezza.

Alla presenza degli spiriti di questo fuoco chiedo queste cose,

e testimoniare la loro verità. “

Passa un po ‘di tempo seduto accanto al fuoco e osservalo mentre brucia. Molte persone in tutto il mondo indovinano il futuro guardando le braci nel cuore di un fuoco, osservando le forme e i messaggi che contengono, e questo funziona ancora bene oggi.

Se non hai accesso a un luogo esterno, puoi posizionare una candela verticale in un supporto all’interno di una ciotola di ceramica metallica o ignifuga e preparare il tuo rituale allo stesso modo.

Mahan Priti Anna


I miei seiminari, corsi, consulenze personali, sono a contributo volontario. Per contatti:

Categorie
Proprietà dei colori

I colori e i loro attributi

terza parte : rosso, verde, viola, nero

Continuiamo l’excursus sui colori e le loro qualità:

Rosso
• Nell’aura fisica: salute, forza, ottima salute, vitalità, leader, sfide,sport, attività, energia, rapidità.

• Nell’aura mentale: mente occupata, determinato, impulsivo.

• Nell’aura emozionale: passione, positivo, amore, collera.

• Nell’aura spirituale: potenza, i piedi per terra, creatore.

La nota do, primo chakra (radice), odorato. Per Ippocrate, è il colore del carattere collerico. Esuberante, velocità e azione, aggressività. Energia della vita, affettuoso, appassionato, desiderio, sensualità, vitalità, forza, positivo, leader, determinato, carriera, potenza, coraggio, sicurezza, calore. Persone nel dominio della finanza. Chi ama il rosso ha tendenza ad essere ambizioso, impulsivo, energetico. I giocattoli per bambini, associati al piacere, sono rossi. Natale ci si veste di rosso e vestire del rosso per San Silvestro porta fortuna! Certi rossi utilizzati nella decorazione possono irritare. Utilizzare nei locali dove predomina il movimento e l’attività come l’entrata, le scale, il locale per l’esercizio fisico e la cucina. Non è necessario dipingere un intero muro per avere i benefici di questo colore. Considerato il colore dei colori.

Verde
• Nell’aura fisica: il cuore, lavora troppo, medico, infermiere, ama la natura.

• Nell’aura mentale: equilibrio, bisogno d’armonia, situazione calma

• Nell’aura emozionale: compassione, si prende cura degli altri.

• Nell’aura spirituale: servizio (aiutare).

La nota fa, quarto chakra (cuore), tatto. Per Ippocrate, il colore del carattere flemmatico. Servire, medici, infermieri, aiuto, natura, cambiamento, equilibrio, nuova partenza, compassione, armonia, protezione, comfort, rassicurante. Bisogno d’attenzione, di cambiamento nella coppia, se la persona è sola, nuova relazione in arrivo. Chi ama il verde è sensibile e nota i dettagli che altri non vedono, personalità prudente, incline a osservare piuttosto che agire, spirito umanista, essere utile. Simbolo della vita, crescita, armonia, riconfortante, sentimento di pace, rinfrescante, come il verde menta. Il verde mela per un ambiente gioioso e leggero. Le tinte più scure verde bottiglia o oliva, conferiscono calma. Nel medio evo era considerato porta sfortuna, malefico associato al diavolo, simbolizzava la superstizione. Oggi simbolo di destino, imprevisto della fortuna. Nell gioco: i tavoli verdi, bigliardo, campi da tennis o di calcio. Espressioni associate con numerosi simboli come dare il verde (permesso), verde di collera, verde di gelosia, il pollice verde (giardino).

Viola
• Nell’aura fisica: maturità, combinazione di rosso e blu, equilibrio, buona combinazione tra attività e riposo, ricercatore.

• Nell’aura mentale: spirituale, buona immaginazione, fantasia.

• Nell’aura emozionale: caldo e freddo, molto calorosi o distaccati,alti e bassi.

• Nell’aura spirituale: servizio o lavoro per lo spirito.

La nota si, settimo chakra (corona). Spiritualità, misticismo, immaginazione, umanista, poeta, maturo, chiaroveggenza, intuitivo e caritatevole. La loro natura sensibile può renderli vulnerabili, senso artistico e musicale, grandi ideali, intuitivo, mistero, ricchezza, delicatezza, non convenzionale e provocante.

Nero
Lo ying, la luna, il femminile, cambiamento, austerità, potere, minaccia, stanchezza, segreto, saggezza nascosta, mancanza di qualche cosa, persona che si controlla, un’immagine autoritaria, disciplinata, grande volontà, idee un po’ arretrate, contestatore. Le cose occulte, nascoste, segreti, intensità. Procura un sentimento di protezione, di comfort, associato al silenzio, all’infinito e alla forza vitale. Può essere un freno all’evoluzione o al cambiamento. In molte espressioni con connotazioni negative: avere idee nere, essere sulla lista nera, pecora nera. Simbolo per eccellenza dell’eleganza, della modernità.

Continua…

Mahan Priti Anna


I miei seminari, corsi, consulenze individuali sono a contributo libero. Per saperne di più contattami a questo indirizzo mail

Categorie
2021 previsioni

Previsioni tarocchi Zen e segni zodiacali per il 2021

Ho utilizzato i tarocchi Zen per scoprire quali sono le energie da attivare, una carta per ogni segno zodiacale.

ARIETE

Quest’anno il velo che ti ha tenuto lontano dalla realizzazione delle tue aspettative si aprirà, per ottenere ciò che vuoi non devi proiettarti nella lotta o nell’azione, ma dovrai sviluppare una visione d’insieme. Tutto accadrà naturalmente, a te tocca di essere presente. Acqueta il trambusto che ti ha abitato, e ricorda che puoi essere un testimone, silente. La sensazione di brancolare nel buio è finita.

TORO

Quest’anno ti viene particolarmente raccomandato di ascoltare la tua guida interiore quella parte di te che sussurra la verità, questo è il momento di ritornare a contare sulle tue capacità di affrontare con fermezza le cose. Affidati al movimento che parte dal centro del tuo essere, per poi manifestarsi all’esterno, fidati di te stesso.

GEMELLI

Quest’anno è in serbo per te un grande sviluppo, ti accorgerai di non essere più interessato ai drammi relazionali, sarai proiettato nella concezione libera, nella qualità di essere individui già pienamente formati, con meno esigenze e meno dipendenze in particolare quelle affettive. Guarda il mondo e fai le tue scelte, perchè tutto gioca a tuo favore. Comunica di più.

CANCRO

Il tuo approccio alla vita quest’anno sarà più leggero, dimentica tutte le idee che ti portano sempre in competizione. Quest’anno sarai vicino alla scoperta di cosa significa sentirsi vivi, pulsanti, semplicemente compiendo quelle azioni che definiamo ordinarie. Questa è la felicità, per voi sarà una scoperta fondamentale. Cerca l’integrazione in ogni cosa.

LEONE

L’energia di quest’anno per te è una vera sfida caro Leone, comprenderai che appartieni alla comunità, essa in quanto tale ti sostiene. Fare parte del gruppo non ti fa ombra, anzi ti permette di brillare per gli altri e non solo per te stesso. La creazione umana è un intreccio tu ne fai parte. Guarda la vita da un altro punto di vista.

VERGINE

Quest’anno sentirai che devi lasciare andare un progetto, una relazione, una emozione, che si è esaurita, conclusa. Imparerai a lasciare andare, perché qualcosa di più grande ti aspetta, ci sono nuove situazioni da sperimentare, cose che non avresti potuto immaginare nell’anno appena trascorso. Liberati.

BILANCIA

Questo è l’anno in cui comprenderai la forza pulsante dentro di te, che da la vita e a cui puoi chiedere tutto. Essere centrati significa avere una connessione con questa fonte, significa essere! Semplicemente, senza fronzoli. Questo è ciò che potrai sentire dentro di te. Sarete pronti a meravigliare e meravigliarvi.

SCORPIONE

Quest’anno Scorpione devi raffinare il tema dell’ integrazione. Gli aspetti opposti devono trovare una collocazione di equilibrio; attraverso questa conoscenza puoi surfare con tranquillità quest’ anno. L’amore per i particolari, non deve distoglierti dalla visione unificata del tutto. Come in alto così in basso, il maschile e il femminile, questo è un momento alchemico importantissimo, non perderti in congetture. Devi superare un ponte sottile, rafforzalo, e scopri quanto ancora devi imparare e costruire. L’impegno è arduo ma il premio è all’altezza. Sii un Guerriero.

SAGITTARIO

Quest’anno avrai a che fare con quello che proietti, molti insegnamenti potranno giungerti se permetterai alla tua mente di fermarsi. Non dovrai cercare la verità negli altri ma solo attraverso il tuo personale stato di quiete. Questa è una grande opportunità, avrai la possibilità di capire esattamente ciò che vuoi essere. Metti alla prova le tue idee.

CAPRICORNO

Quest’anno pratica la grande arte Zen del saper fluire. Non ti affannare a inseguire. Concediti di rilassarti percependo il flusso della vita che scorre, sentire che appartieni è la tua strada. E’ così che sarai sempre nel posto giusto al momento giusto. La vita è meno complicata di quello che pensi, questa è la via per la tua crescita. Non lottare, perché lotti contro di te.

ACQUARIO

Questo è l’anno in cui potrai permetterti di riscoprire e usare la tua sconfinata creatività, e di usarla in tutti i settori della vita, apriti a questo flusso con fiducia. Questa è la tua possibilità per sentirti pienamente integrato con te stesso e nelle relazioni. Sei indispensabile al consesso umano. Sii aperto, e connesso alla tua fonte interiore, è li la forza che già ti sta cercando.

PESCI

Quest’anno non perderti nelle tue emozioni, torna nel tuo tempio interiore. È il momento di relazionarti con gli altri, in forme diverse, non avere timori e aumenta la tua autostima, interagisci, e condividi. La forza interiore che ti abita ti sosterrà durante questo anno, sei pronto. Dona senza ripensamenti.

Mahan Priti Anna

Se desideri un consulto tarologico o Numerologico, per questo nuovo anno contattami a questo mail, il contributo è libero


I miei seminari, corsi, consulenze individuali, percorsi di crescita e autostima sono a contributo volontario, per saperne di più contattami a questa mail:

Categorie
Proprietà dei colori

I colori e i loro attributi

Seconda parte : turchese, giallo, arancione

Nella prima parte di questo articolo ho trattato del colore Blu e delle sue qualità, continuiamo questo viaggio attraverso altri colori :

Turchese
Cambiamento, nuova partenza (spirituale), opportunità, ascoltatore.

Giallo
• Nell’aura fisica: plesso solare, insegnante, studi, organizzato.

• Nell’aura mentale: buon intelletto, mente determinata (strongmind), volontà, bisogno di capire, curioso.

• Nell’aura emozionale: positivo, contento.

• Nell’aura spirituale: condividere il sapere.

La nota mi, terzo chakra (plesso solare). La vista. Saggezza, buon senso, gioia, insegnante, studi, aperto a nuove idee, senso dell’umore, associato a intelletto e al pensiero. Le persone che amano il giallo hanno una personalità interessante e stimolante. Attivi cercano nuove sfide e felicità. Luminoso e stimolante. Aumenta la concentrazione, la memoria e a decidere. Favorisce l’assimilazione di nuove idee e capacità. Aiuta ad organizzarsi e ad avere un’attitudine positiva. Un’ eccellente scelta per la decorazione di un locale dedicato ad un lavoro intellettuale, allo studio o alla redazione. Abbinato al blu porta sicurezza e calma. Usato solo o in grande quantità rischia di essere troppo stimolante. Colore del sole, della luce e dell’estate. Ideale per illuminare. Per segnalare un pericolo o un divieto. Associato alla malattia (la bandiera gialla indica una nave in quarantena).

Arancione
• Nell’aura fisica: il cuore, creativo, ama le persone, materno, si prende cura degli altri.

• Nell’aura mentale: ottimista, gioia mentale, entusiasta.

• Nell’aura emozionale: statuto familiare (sposato, divorziato),risente tutto, sensibile, empatia per gli altri.

• Nell’aura spirituale: guarigione, dà consigli.

La nota re, secondo chakra (ventre), gusto. Entusiasta, ottimista, creativo, sensibile, intuitivo, guarigione, esigente, fiducia. Persone d’azione, competenti e piuttosto impazienti, motivati, ben organizzati e pratici. Combina le proprietà stimolanti del rosso e del giallo. Queste tinte felici e dalla personalità forte piacciono alle persone attive che si sentono bene. I ballerini sono spesso attratti da questo colore. Se l’arancio vi pare troppo forte scegliete un colore terra cotta, pesca o ambra che saranno più adatti, conservando le qualità dell’arancione. La gioia per eccellenza.

continua….

Mahan Priti Anna

Motivatrice Spirituale


I miei seminari, corsi, consulenze individuali, percorsi di crescita e autostima sono a contributo volontario, per saperne di più contattami a questa mail:

Categorie
ringraziamento alle guide

Gli alleati e le guide spirituali

Non è sempre necessario fare un viaggio per avere un contatto con gli alleati e le guide, ma con loro devi avere un rapporto continuativo. per esempio potresti adottare questo piccolo rituale che ti consente di portare nella tua vita quotidiana, la connessione che hai operato con l’altro mondo.

Per ogni alleato o guida, con cui senti appartenenza seleziona una pietra, non deve essere una pietra preziosa necessariamente, ma una pietra di un fiume o di una montagna, fai un cerchio con queste pietre, per ognuno di esse, ringrazia e benedici, e infondi gratitudine, puoi usare queste parole :

“‘Caro (alleato), mi hai dato così tanto. Ti ringrazio per la tua saggezza e il tuo sostegno. Ho messo questa pietra qui per te.

Concentrarti su una pietra per ogni sessione, finché non avrai onorato tutti i tuoi alleati. Infine, posiziona una pietra nel mezzo per rappresentare te stesso, dicendo:

‘Cari alleati, metto qui questa pietra per rappresentarmi. Ovunque mi trovi, il tuo aiuto mi guida. Grazie.’

Se puoi, lascia il cerchio di pietre sul tuo altare. Quando hai bisogno del consiglio, siediti di nuovo nel cerchio di pietre e prega per l’aiuto di cui hai bisogno. Ecco una possibile formula per la preghiera:

‘Cari alleati, oggi sto vivendo [la situazione per la quale volete aiuto]. Per favore siediti con me e aiutami. ‘

Di nuovo, entra in comunione con ogni pietra, permettendo a ogni alleato di parlare. Potresti sperimentarlo come una sensazione o una percezione. Prendi ogni pietra a turno e fai lo stesso. Siediti con la tua pietra per finire e ringraziare. Sii semplicemente consapevole del loro supporto.

Nei giorni successivi, presta attenzione ai sogni, alle parole che usano gli altri, concentrati sulle percezioni che si trovano al di sotto della consapevolezza ordinaria. Arriveranno tutte le risposte

Se ti senti triste, dubbioso o confuso, ricorda che il cerchio di pietre è il tuo gran consiglio; sii consapevole della tua pietra seduta con loro. Sii consapevole dell’aiuto che ti sta arrivando.

Mahan Priti Anna


I miei seminari le mie sessioni individuali sono tutte a contributo volontario. Se vuoi partecipare contattami:

Categorie
Proprietà dei colori

I colori e i loro attributi

Durante una recente classe di meditazione, abbiamo lavorato sul far sorgere un fiore dentro la nostra essenza, ognuno dei partecipanti ha fatto l’esperienza di colori diversi, li ho invitati a fare una ricerca privata rispetto al colori e alle loro qualità.

In questo e nei prossimi articoli darò alcune indicazioni sulle qualità spirituali e fisiche dei colori. Fermo restando che il sentimento che scaturisce alla vista di un colore è una indicazione precisa, dello stato d’animo personale e delle proprie sensazioni, è verso quello che sentite quindi che dovete andare, sempre! In tutte le culture del mondo i colori assumono potenze e particolarità anche diverse, questi che condivido con voi sono alcune notizie base, integrate ogni cosa con la vostra esperienza personale. Perché solo così riconoscete e conoscete voi stessi, e seguite il percorso, senza farvi imboccare da nessuno.

Blu
• Nell’aura fisica: comunicazione, musicista, oratore

• Nell’aura mentale: calma, osservatore, osserva i dettagli, perfezionista, duro con sé stesso, mai soddisfatti.

• Nell’aura emozionale: persona calma, tranquilla, umore che cambia, a volte distaccata, non si arriva ad avvicinarla.

• Nell’aura spirituale: chiaroveggenza, medianità, filosofo.

La nota sol, quinto chakra (gola), l’udito. Per Ippocrate, il colore del carattere melanconico. Comunicazione, inspirazione, verità, meditazione, musica, guarigione, fiducia, governato da Venere, fede, devozione, onestà. L’acqua della vita, calmante. L’importanza delle relazioni personali. Grazia, bellezza. A chi piace il blu chiaro è creativo, sensibile e ha immaginazione. Bisogno di tranquillità favorisce la creatività, raccomandato per gli uffici. Idealmente da associare ad un colore come il giallo che stimola lo spirito e aumenta la concentrazione, la capacità organizzativa. A chi piace il blu scuro è persona intelligente dotata di grande senso di responsabilità. Si circonda d’affetto e tenerezza. Blu scuro benvenuto nella camera da letto per favorire il sonno. Non utilizzare in un locale dove si vive durante il giorno, soffrirete dell’aspetto sedativo… Facilita la comunicazione tra le persone. Favorisce la calma fisica e mentale, procura un sentimento di sicurezza e fiducia. Simbolo di pace, ricorda l’evasione e i sogni. Igiene e freschezza sono associati al blu.

Continua

Mahan Priti Anna


I miei seminari, classi, consulenze personalizzate, sono a contributo libero, se vuoi avere maggiori informazioni, contattami a questa mail

Categorie
solstizio

Solstizio d’inverno 2020

Ho deciso di scrivere anch’io qualche personale impressione su questo solstizio, sperando di essere, semplice e comprensibile.

Secondo il vocabolario italiano il solstizio é :

Ciascuno dei due momenti in cui il Sole raggiunge la massima declinazione.

  • Solstizio d’estate, quando il Sole, il 21 giugno, si trova nel primo punto del Cancro e cessa di alzarsi sopra l’equatore celeste.
  • Solstizio d’inverno, quando il Sole, il 22 dicembre, si trova nel primo punto del Capricorno e cessa di scendere rispetto all’equatore celeste

Una definizione esoterica del solstizio invernale potrebbe essere: la rappresentazione, magica e simbolica dell’inizio di un nuovo ciclo, ed è connesso al pianeta Saturno. Nell’emisfero settentrinale, l’energia si contrae, in quello meridionale l’energia si espande.

Nell’ultimo quarto dell’anno astrologico, è il momento della introspezione e della quiete. Come accade in natura è il momento di rallentare di ascoltare di rivolgere l’energia verso di se e di dare una direzione autentica alla vita.

Quest’anno si verificherà un’evento astrologico, molto particolare, la congiunzione di Giove e Saturno, immaginate l’espansione e la contrazione seduti a tavolino a misurarsi la loro energia e la loro efficacia. Cosa accadrà? La tentazione, di scorrere siti e pagine che ci parlano di questa congiunzione è forte ed anche lecita, eppure posso dire con certezza che quello che accadrà, accadrà anche dentro di noi, oggi, stasera adesso! Basta sedersi, fare spazio tra i pensieri ed ascoltare come queste energie si muovono dentro, quali sensazioni risvegliano e quali immagini manifestano.

E’ Buona cosa oggi restituire qualcosa alla Madre Terra, portate dei semi per gli uccelli, rilasciate la terra delle vostre piante, in natura, offrite un canto di ringraziamento, danzate, per sciogliere i nodi di dolore e di rabbia, fate pulizia.

Ancora oggi accendete candele bianche, trovate un momento in questa giornata, per ringraziare e liberare i vostri antenati, offrendo un bicchiere d’acqua e una candela.

Questa sera prima di addormentarvi sedete qualche minuto, per osservare la quiete tra la fine di un ciclo e l’inizio di un nuovo ciclo.  osservate quello che succede nel vostro corpo, osservate ciò che succede alla vostra energia, e consolidate questo impegno: “Prendo tutta la saggezza, i pensieri e i sentimenti che sono cresciuti nell’oscurità e li porto alla luce per condividerli, nominarli, pronunciarli ad alta voce.”

Buon solstizio, buon giro di boa, siate pronti, siate svegli, condividete, ringraziate.

Mahan Priti Anna


I miei seminari, consulenze personali, corsi, sessioni sono a offerta libera e volontaria.

Stasera alle 19 ci vediamo su Zoom se sei interessato, contattami a questa mail

La scelta dello ”stato d’animo”

Gli stati d’animo non sono solo semplici emozioni che ti capita di provare: sono reazioni che tu scegli di avere. Se il responsabile delle tue emozioni sei tu, non sei tenuto a scegliere reazioni autodistruttrici. Quando imparerai a sentirti come vuoi tu, sarai sulla strada che porta all’ ”intelligenza”, e non su uno dei sentieri che menano agli ”esaurimenti” nervosi. Sarà una strada nuova, perché in una data emozione ravviserai, più che un condizionamento, una scelta. In ciò consiste la libertà personale.

Puoi attaccare per mezzo della logica il mito secondo il quale non saresti tu il responsabile dei tuoi stati d’animo. Ricorrendo a un semplice sillogismo (una figura logica consistente in una premessa maggiore e in una minore aventi un termine comune, e in una sintesi tra le due), puoi dare l’avvio al tuo processo di autoresponsabilizzazione sia sul piano emotivo che su quello mentale.

Sillogismo logico

Premessa maggiore: Aristotele è un uomo

Premessa minore: Tutti gli uomini hanno peli sulla faccia

Conclusione: ARISTOTELE HA PELI SULLA FACCIA.

Sillogismo illogico

Premessa maggiore: Aristotele ha peli sulla faccia

Premessa minore: Tutti gli uomini hanno peli sulla faccia

Conclusione: ARISTOTELE È UN UOMO.

Ovviamente, quando usi la logica, devi curare che la conclusione sia congrua col rapporto stabilito nelle premesse. L’Aristotele del secondo sillogismo potrebbe essere una scimmia o una talpa. Ecco un esercizio logico che una volta per tutte può liquidare la nozione secondo cui non sarebbe possibile dirigere il mondo delle proprie emozioni:

Premessa maggiore: Io posso controllare i miei pensieri.

Premessa minore: I miei stati d’animo discendono dai miei pensieri

La premessa maggiore è chiara. Hai facoltà di pensare qualsiasi cosa tu decida di lasciare accedere alla tua mente. Se una cosa ti ”salta” in testa (sei sempre tu che decidi di metterla lì, forse senza saperne il motivo), hai sempre la facoltà di scacciarvela: dunque sei ancora tu che controlli il tuo mondo mentale.

Sulla premessa minore, nulla da dire. L’indagine scientifica e il buon senso ne danno conferma. Non è possibile provare una determinata emozione o sensazione o stato d’animo, se prima non si è avuto un determinato pensiero.

dal libro “le vostre zone erronee”

Mahan Priti Anna


I miei seminari, consulenze private, corsi sono a contributo libero

contatti

Imparare a non essere infelice: un impegno arduo

Non è facile pensare in modo nuovo. Sei abituato a certi pensieri ed a quelli, debilitanti, che ne conseguono. Spogliarti del tuo abito mentale richiede molto lavoro. La felicità è facile, ma imparare a non essere infelici può essere arduo.

Per una persona, la felicità è una condizione naturale. Ciò è evidente: basta osservare i bambini. La difficoltà consiste nel disimparare tutti quei ”dovrei” e “avrei dovuto” digeriti nel passato. Comincerai a rispondere di te stesso con una presa di coscienza. Fermati quando ti sorprendi a dire cose come: “Mi ha offeso, mi ha ferito nei miei sentimenti”. Rammentati di ciò che stai facendo nel momento in cui lo fai. Pensare in modo nuovo richiede la consapevolezza del vecchio. Hai l’abitudine a schemi mentali che pongono fuori di te le cause dei tuoi stati d’animo. Hai messo migliaia di ore a rafforzare tale mentalità, e con migliaia di ore dovrai equilibrare la bilancia per arrivare a pensare in modo nuovo e assumerti la responsabilità dei tuoi stati d’animo. È una cosa terribilmente dura. E allora? Non è certo questa una ragione per evitare di farlo.

Tu sai come regolare la mente quando si tratta di compiere degli atti fisici: sai, per esempio, insegnare alle tue mani e ai tuoi piedi a coordinare i movimenti per fare andare un’automobile. Nella sfera delle emozioni, il processo, ancorché meno conosciuto, è identico. Hai preso delle abitudini rafforzandole tutta la vita. Ti adiri, ti senti infelice, offeso o frustrato, automaticamente, perché molto tempo fa hai appreso a pensare così. Hai accettato il tuo comportamento e non gli hai mai lanciato una sfida. Ma come hai imparato ad essere in tutti quei modi autodistruttivi, così puoi imparare a non essere adirato, infelice, offeso o frustrato.

Responsabilizzarsi comporta qualcosa di più che semplicemente tentare con pensieri nuovi, così, tanto per averne una razione supplementare. È necessaria una certa determinazione ad essere felici, e a sfidare e distruggere tutti e singoli i pensieri che ingenerano una paralizzante infelicità.

tratto dal libro “i tuoi pensieri erronei”

Mahan Priti Anna


i miei seminari, consulenze personali, corsi e meditazioni sono a contributo libero, per ulteriori informazioni

contatti:

Categorie
morte

Rispondere di se stessi

dal libro “le vostre zone erronee”

L’essenza della grandezza consiste nella

capacità di scegliere la propria personale

realizzazione in circostanze nelle quali

altri scelgono la follia.

Voltati. Vedrai una compagna che ti segue costantemente. In mancanza di un nome migliore, chiamala Morte. È la tua Morte. Puoi averne paura, oppure servirtene a tuo vantaggio. Sta a te la scelta.

Poiché la morte non finisce mai di riproporsi, e la vita è di una brevità che toglie il fiato, domàndati: ”Dovrei forse evitare di fare le cose che voglio veramente fare?” ”Dovrei forse vivere la mia vita come vogliono gli altri?” “È importante accumulare cose?” “La vita è veramente tutta un rinvio?”. Le probabilità sono che le tue risposte si riassumano in poche parole: Vivere… Essere… Godere… Amare.

Puoi temere la morte, inutilmente, senza alcun frutto; oppure puoi servirtene per aiutarti a imparare a vivere bene.

La prossima volta che devi decidere se prenderti carico di te stesso o meno, se fare o meno la tua scelta, poniti questa importante domanda: ”Quanto manca alla mia morte?”. Con questa continua prospettiva, puoi ora compiere la tua scelta e lasciare a quelli che non muoiono mai i crucci, i timori, il dubbio se te la puoi permettere o meno, e il senso di colpa.

Se non fai questo passo, puoi prevedere di vivere la tua intera vita come gli altri dicono che devi viverla. Ma se il tuo soggiorno sulla terra è così breve, fa’ che almeno sia piacevole. In una parola, è la tua vita; falla come tu la vuoi.

Mahan Priti Anna


i miei seminari, consulenze personali, corsi e meditazioni sono a contributo libero.

Contatti

Categorie
viaggio sciamanico

Descrizione di un viaggio sciamanico

Mettetevi comodi. Puoi sederti, ma è meglio sdraiarsi sul letto o sul pavimento. Spegni le luci, spegni il telefono, non lasciare che nulla ti disturbi. Se sei stanco, è meglio rimandare.

Per prima cosa, esegui un esercizio di rilassamento. Concentrati sull’argomento che ti interessa, ferma il chiacchiericcio della mente. Formula la tua domanda. Per esempio:

“X” troverà un buon lavoro? Come si risolve il problema del mio rapporto con …? Come posso trascorrere più tempo con la mia famiglia quando ho così tanto lavoro da fare?

Come sfruttare al meglio il tuo tempo? Chiedete o affermate con parole vostre quello che volete sapere. Quindi, per aumentare la tua ricettività, dìci: “Sarei grato per qualsiasi aiuto con questo problema. Userò sicuramente le informazioni ricevute. “

Preparati ad ascoltare, sentire e guardare con tutta la tua arte visiva, astenendoti dalla censura e dal giudizio. Non devi seguire il consiglio, ma devi essere disposto ad ascoltare il messaggio affinché il viaggio abbia luogo. Chiudi gli occhi e fai tre o quattro respiri profondi, permettiti di rilassarti profondamente. Usando tutti i tuoi sensi, immagina o ricorda la caverna o altro ingresso nella terra. Svuota la mente da tutto tranne questa immagine: puoi anche immaginare un lago o una cavità in un albero. Se non ricordi niente di simile, disegna nella tua mente l’ingresso del terreno, usando più dettagli possibili, dalla forma al colore ai suoni e agli odori.

Cammina lentamente fino all’ingresso ed entra. Immagina le pareti e la struttura del terreno in una grotta. Ricorda di fare appello a tutti i sensi. Qui sentirai la presenza di uno spirito guida: animale, umano, voce, luce, sfera di energia o altra forma. Se ti senti a disagio in sua presenza, chiedigli di apparire in una forma diversa.

Chiedi alla tua guida e preparati a viaggiare. Potrebbe suggerirti di farti sedere sulla sua schiena o di accompagnarlo in altro modo. Di solito camminerai velocemente attraverso il tunnel. Potrebbe volerci un po ‘di tempo. In genere, rimarrai stupito dalla spontaneità del viaggio. A volte devi scendere, a volte salire, a volte andare su un sentiero rettilineo.

Diverse possibilità si apriranno davanti a te. Puoi avere un paesaggio davanti a te, puoi entrare in una stanza o incontrare qualcuno che ti dirà quello che volevi sapere. Potresti trovarti nella biblioteca dove puoi leggere una pagina di un libro aperto. Potresti essere condotto in un luogo in cui si sta svolgendo un dramma simbolico che devi capire.

Accetta tutto ciò che accade con gratitudine e, quando ti viene chiesto di andartene, parti immediatamente. Di solito sarai accompagnato da una guida, ma se ciò non dovesse accadere, torna nello stesso modo in cui sei andato. In caso contrario, potresti dimenticare ciò che hai visto. Potresti anche avere esperienze spiacevoli dopo il completo risveglio. Il tuo viaggio di ritorno non deve essere lungo, ma ti darà comunque molta energia. Quando arrivi all’ingresso, ringrazia la tua guida e fatti strada verso la superficie. Pensa alla stanza o al luogo in cui ti trovi, muoviti e apri gli occhi. Cerca di annotare la cosa principale che ti è accaduta nel tuo diario il prima possibile.

Mahan Priti Anna


I miei seminari, corsi, consulenze individuali sono a contributo libero

contattami a questa mail o su whatsapp

Categorie
nostalgia del divino

La nostalgia del luogo di origine

In questi giorni nelle mie classi  è capitato spesso che abbiamo toccato il tema della profonda nostalgia che si può provare in maniera anche molto forte verso un luogo lontano un altro Sé. Una connessione con un luogo sconosciuto dove tutto era a posto e dove ci sentivamo a casa.

E’ una sensazione netta che anche molti bambini sentono, quando ti avvicini alle pratiche meditative, in certi casi diventa forte e caratterizzante. Questo accade, perché incominci ad alzare il velo tra te esteriore, e il te interiore, e in effetti provi a ritrovare quella intatta essenza lucida dei bambini, questa sensazione così precisa può tenerci bloccati lì per diverso tempo, perché seppure il sentimento nostalgico di appartenenza ad un altro mondo, può essere doloroso fino alle lacrime, esso porta con se la sensazione che siamo stati amati e accuditi, in un modo che non abbiamo ancora sperimentato su questa terra.

Ho memoria di questo sentimento e ne ho un caro ricordo, in questi giorni ho molto meditato su questo aspetto e mi sono chiesta come l’ho superato.

Quando questa esperienza si manifestava ne rimanevo  totalmente coinvolta, e la portavo dentro di me come paradigma di vita, perché mi raccontava, di tutte le nostalgie e le mancanze che sentivo, in qualche modo, la contestualizzavo nella realtà e quindi l’accrescevo, ci legavo insieme, me bambina sempre solitaria, me adolescente inquieta e me donna con la necessità di manifestarmi in modo diverso….

Ad un certo punto questa sensazione non era più così netta si era gonfiata di una serie di annotazioni che ci avevo disegnato attorno e dentro, e anche in quella sensazione potente e nostalgica aveva smesso di commuovermi. Era semplicemente un dato di fatto, un dato di fatto però assolutamente non compreso del tutto.

Ho cominciato così ad accettarlo, nel senso che ho realmente compreso, che quello che sentivo era autentico, ho scritto di questo stato nei minimi particolari. Ho capito quindi che questa nostalgia era il ricordo del luogo dal quale provenivo. Un luogo nello spazio e nel tempo da dove tutti noi proveniamo, in questo luogo c’è AMORE.

Ho capito poi, che l’unica opportunità che potevo mettere in pratica, per assaporare realmente in questa vita terrena, la vibrazione di questo AMORE, era riprodurlo, qui e ora.

Ho cominciato dall’accettare il sacro che mi abita, ho capito come  espanderlo e  concentrarlo,  ho cominciato a guardare il sacro che abita gli altri, e ho cominciato a capire che la missione in questa vita è quella di portare me stessa nella direzione che la mia anima richiede. Ho cominciato a sentire la mia presenza viva e a sentire la vita negli altri, ho compreso quanto siamo necessari gli uni agli altri.

Infine ho capito che quella sensazione così potente mi diceva una cosa precisa e cioè TU SEI AMATA, e non puoi essere altro che amore.

Mahan Priti Anna


I miei seminari, consulenze meditazioni, sono a contributo libero, contattami a questa mail

Categorie
eclissi solare luna nuova Senza categoria

Luna nuova ed eclissi solare

14 dicembre 2020

Lunedì 14 dicembre, la Luna Nuova coinciderà con una eclissi totale di sole. Durante una eclissi totale, la Luna si posiziona esattamente tra la Terra e il Sole, nel momento in cui i tre corpi celesti sono perfettamente allineati. La Luna nasconde completamente il Sole.

Durante una eclissi, le nostre azioni diventano ancora più evidenti, rispetto ad un novilunio classico, per cui il primo consiglio è quello di non prendere decisioni avventate.

Tutto è oscurato e ogni cosa, appartiene al mondo dell’invisibilità e un momento di fissità e di rallentamento. Quale è la tua relazione con il buio, hai ancora la sensazione del pericolo, o sei pronto per scendere in profondità nel mistero che ti abita?

Il mondo si è completamente modificato, anche se la percezioe che ne abbiamo non è ancora chiara, questa eclissi con luna nuova è un suggello un passaggio. Sei pronto ad affrontare il nuovo mondo?

Agire e comunicare in modo corretto sono le basi per un approccio sereno, prendi coscienza, di quello che sei oggi e poniti come un ricercatore che attraversa un caposaldo storico pronto a raggiungere le mete più impensabili. La giostra della vita si sta rimettendo in moto, sali sull’ottovolante o ti siedi ai margini? qualunque scelta farai sii consapevole.

Mahan Priti Anna


I miei seminari, corsi , consulenze personali sono tutte a contributo libero

Categorie
rituali - sciamanesimo viaggio sciamanico

Prepararsi al viaggio sciamanico

Cos’è precisamente il viaggio? Il viaggio è, quando una persona è in grado di inviare la propria coscienza e il corpo dell’anima in forme alternative di realtà. Questa realtà alternativa è conosciuta come Dreamtime. C’è chi direbbe che la meditazione e il viaggio sono la stessa cosa. Non sono d’accordo. La meditazione è simile al viaggio in quanto entrambi possono essere guidati. Tuttavia, nella meditazione, le immagini e le visioni sono controllate dalla mente e possono essere modificate su comando. La tua coscienza e il corpo dell’anima rimangono intatti qui in questo mondo. Le sensazioni nel tuo corpo possono essere facilmente correlate ai suggerimenti dati durante la meditazione. Con il viaggio, d’altra parte, scoprirai che avrai esperienze e interagirai con esseri che non ti aspettavi. I messaggi e gli aiutanti che incontri durante il viaggio nel Dreamtime troveranno un modo per comunicare con te qui in questo mondo tridimensionale. Quando diventerai esperto nel viaggio, sentirai di essere effettivamente lì fisicamente nei regni dello spirito. Al tuo ritorno, potresti scoprire che ciò che hai sperimentato nei regni spirituali rimarrà con te, come sensazioni fisiche, in questo mondo.

Proprio come con qualsiasi altra cosa, è importante essere in un buon spazio quando inizi a viaggiare. Assicurati di essere riposato, di sentirti in salute, di essere ben idratato, di trovarti in un buon spazio emotivo e di aver mangiato cibo nutriente. Non è necessario digiunare, ma è meglio se non mangi molto prima del viaggio. Non indulgere in bevande alcoliche prima di viaggiare nei regni dello spirito, poiché possono interferire con il viaggio o, peggio, lasciarti vulnerabile agli attacchi psichici e spirituali. L’uso di droghe, l’abuso di farmaci da prescrizione o l’abuso di droghe sacre sono vietati sulla Good Red Road. Controlla che le tue energie siano il più equilibrate possibile.

Vorrei condividere con voi alcuni esercizi per aiutarvi a diventare energeticamente equilibrati. Assicurati di essere in uno spazio confortevole dove puoi stare da solo per un breve periodo di tempo. Assicurati di essere libero da distrazioni, soprattutto elettroniche. Dovrebbe essere un posto dove puoi sederti in pace e tranquillità. Nella tradizione dei nativi americani, consideriamo il potere neutrale. Il modo in cui lo usiamo determina se si manifesta come buono o cattivo, ordine o caos. Pertanto, quando scrivo energia positiva o energia negativa, le intendo in quel senso. Leggi attentamente ogni esercizio prima di provarlo. Devi avere familiarità con ogni passaggio, poiché avrai gli occhi chiusi per la maggior parte di esso.

esercizio quando sei troppo positivo, super-eccitato

Il primo esercizio ti aiuterà quando ti senti troppo positivo. Sai di avere un eccesso di energia positiva quando ti senti come se fossi costantemente nervoso e pieno di energia nervosa, e non puoi rallentare. È molto simile a quando hai troppo zucchero o caffeina. Quando sei irrequieto e non riesci a rilassarti, qualunque cosa tu faccia. Assicurati di sederti in modo che le tue gambe si tocchino ma non siano serrate. Le tue mani saranno in quella che chiamo una posizione di preghiera rilassata. Unisci le mani come in una posizione di preghiera davanti al petto e poi lascia che si rilassino. Dovrebbe esserci uno spazio tra i palmi delle mani e le dita dovrebbero in modo molto naturale aprirsi a ventaglio l’una dall’altra. Le tue mani dovrebbero naturalmente puntare verso l’alto.

Chiudi gli occhi. Voglio che tu sia libero e capace di riportare alla mente e al Cuore tutte quelle persone e cose che ti causano stress, tensione e inquietudine. Respirate naturalmente. Senti l’energia e le emozioni che si accumulano e mandale giù per le braccia e nei palmi delle mani. Non lasciare che le tue mani si aprano! Espirate con forza fino a contare sette mentre immaginate quell’energia in eccesso che lascia le punte delle vostre dita nel cielo. Trattenete il respiro per contare fino a quattro. Respirate naturalmente finché l’energia non si accumula di nuovo. Farai questo ciclo per un totale di sette volte. Ogni volta che espiri con forza fino a contare fino a sette, concentrati sul rilasciare dalla punta delle dita tutte quelle cose che stanno creando questa inquietudine dentro di te.

Quello che stai facendo è rilasciare l’energia in eccesso nei cieli. Diciamo che Sky Father purificherà l’energia e la invierà dove deve andare. Nella tradizione dei nativi americani, il numero sette rappresenta le sette direzioni. Trattenere il respiro per un conteggio di quattro onora le Quattro Direzioni ed è un numero di stabilità. In questo modo rilasci l’energia in eccesso e la restituisci all’universo in modo che qualcuno che ha bisogno di energia possa riceverla dopo che è stata purificata da Sky Father. Saprai di averlo fatto correttamente perché ti sentirai più chiaro e rilassato. Potrai finalmente respirare più facilmente!

fine prima parte

traduzione di Mahan Priti Anna dal libro “Journeying Between the words” di Eagle Skyfire



Se vuoi partecipare ai miei seminari alle mie classi, o hai bisogno di un consulto personale, sappi che accetto solo contributi liberi.

bluscorpionavallone@gmail.com

Categorie
rituali - sciamanesimo Senza categoria

Perché è necessario uno sciamano tradizionale nel XXI

In questo libro lavoreremo con lo sciamanesimo tradizionale, basato sulle tecniche fornite dai miei Tuscarora, Seneca, Anishinaabe e Taino. Sebbene possa sembrare che non ci sarebbe bisogno di pratiche sciamaniche tradizionali al di fuori della riserva o delle terre tribali, gli stessi problemi che affliggevano tutti i nostri antenati, indipendentemente da dove veniamo, possono essere ritrovati nella società odierna. Credo veramente che il crimine derivi dall’incapacità di un individuo di connettersi con il proprio sacro sé, e alla maggiore dissociazione che abbiamo gli uni dagli altri nella società. Dobbiamo imparare come riconnetterci con i nostri cuori, il che a sua volta ci aiuterà a vedere che siamo veramente una famiglia, non importa da dove veniamo. La depressione, l’ansia e altre malattie mentali possono essere esacerbate da fattori sociali; è importante sapere come stare fermi e attingere alla pace che si può trovare solo all’interno. Imparare l’arte della meditazione e sapere come connetterti correttamente con i tuoi aiutanti visibili e invisibili attraverso le pratiche sciamaniche può aiutarti a far fronte a tutto questo. È necessario insegnare ai bambini il rispetto per Tutto Ciò Che E ‘. Le tecniche per costruire una comunità e trovare il potere interiore furono insegnate sia dagli anziani della tribù che dallo sciamano.

Il Sacro Cerchio delle generazioni si è rotto. Deve essere riparato dai giovani che si connettono con i loro anziani, il che fa parte della tradizione sciamanica. I giovani possono trarre vantaggio dall’esperienza degli anziani ed evitare di ripetere gli stessi errori. I giovani possono anche vedere come sono andate le cose e quali sono le solide basi per costruire il futuro. Le generazioni più anziane possono beneficiare della creatività e delle nuove prospettive delle nuove generazioni. In questo modo si può riparare il Sacro Cerchio della Vita. Gli sciamani tradizionali si trovano in tutto il mondo e aiutano a garantire che il Sacred Hoop sia conservato e, quando necessario, ripristinato. Qualunque soluzione possa essere trovata nella natura, dagli spiriti e dagli insegnamenti spirituali di una cultura, vengono utilizzati per aiutare a ricollegare le persone e le loro comunità con il potere sacro in modo che tutti possano vivere in bellezza, equilibrio e armonia. Affrontare queste esigenze globali è importante oggi come lo era secoli fa.

traduzione di Mahan Priti Anna dal libro “Journeying Between the words” di Eagle Skyfire


Se vuoi partecipare ai miei seminari alle mie classi, o hai bisogno di un consulto personale, sappi che accetto solo contributi liberi.

bluscorpionavallone@gmail.com

3296365009 solo whatsapp

Categorie
rituali - sciamanesimo Senza categoria

Cos’è uno sciamano?

Uno sciamano è un individuo scelto dagli spiriti sacri e dai loro anziani tribali per agire da intermediario tra il mondo naturale e quello soprannaturale. Sono addestrati in vari rituali per aiutare a curare la malattia, predire il futuro, interpretare sogni e segni degli spiriti e rafforzare l’armonia tra il mondo fisico e quello spirituale. Proprio come la maggior parte delle altre abilità, gli individui sono nati con questa predisposizione o si allenano molto duramente per cercare di ottenere un certo livello di abilità. Ma ci sono alcune caratteristiche comuni a tutti gli sciamani indipendentemente da dove provengano.

In primo luogo è la capacità di percepire e comunicare con esseri non umani come animali, piante e spiriti. C’è anche la naturale capacità di entrare da questa realtà in altre realtà, questo si chiama viaggio. Uno sciamano ha un bisogno intrinseco di essere profondamente connesso alla natura e la natura accoglie lo sciamano. Uno sciamano non può fare a meno di vedere le cose da una prospettiva molto diversa. A volte è molto difficile per le persone che sono nate sciamane adattarsi, e non dovrebbero comunque farlo. Quindi qualcuno che è nato sciamano molto probabilmente avrà usato queste capacità prima di essere addestrato.

La differenza tra uno sciamano addestrato e uno non addestrato è simile a qualcuno che prende lezioni per perfezionare un’abilità rispetto a qualcuno che non lo fa. Ad esempio, qualcuno potrebbe essere un atleta nato per fare sport, ma senza allenamento, è improbabile che diventi un professionista.

In verità, ogni cultura nel mondo nel corso del tempo ha avuto sciamani al suo interno. Per ora, classificherò gli sciamani in due categorie fondamentali. Nessuna delle due forme è superiore all’altra, poiché ogni classificazione ha i suoi punti di forza e di debolezza.

Il primo tipo è il neosciamanesimo. Neo significa “nuovo” in greco, e questa forma di sciamanesimo si è sviluppata nei tempi moderni. Si basa sullo studio di diverse forme di sciamanesimo indigeno di varie culture. In genere, le pratiche vengono tolte dal loro contesto culturale e ridotte ai minimi elementi. Il neosciamano ha il vantaggio di poter prendere in prestito e mescolare e abbinare a piacimento da diverse culture e paesi di tutto il mondo in un’unica pratica. Il neosciamanesimo ha un’enorme flessibilità. Lo svantaggio è che, poiché i neosciamiani non sono legati a nessun particolare contesto spirituale o culturale, a volte può essere molto difficile per loro decifrare chi o cosa sta lavorando con loro a meno che non abbiano sviluppato relazioni personali con questi altri esseri.

Uno sciamano tradizionale è colui che è legato a una particolare tradizione e cultura. Uno sciamano tradizionale dovrebbe apprendere un codice di condotta e a sua volta trasmettere i diversi riti di passaggio, insegnare storie e tecniche che sarebbero necessarie per eseguire riti di guarigione; interpretare messaggi, sogni e segni; e di agire come intermediario tra il mondo visibile e quello invisibile. Lo svantaggio, tuttavia, è che per la maggior parte lo sciamano tradizionale, essendo legato a una particolare cultura e tradizione, dovrebbe rimanere al suo interno e quindi non può prendere in prestito da nessun altro. I riti di iniziazione che sono unici per quella cultura vengono eseguiti per presentare uno sciamano a uno specifico insieme di esseri sacri, o pantheon, che crea un’alleanza formale tra loro.

Tradotto da Mahan Priti Anna dal libro “Journeying Between the words” di Eagle Skyfire


Se vuoi partecipare ai miei seminari alle mie classi, o hai bisogno di un consulto personale, sappi che accetto solo contributi liberi.

Categorie
morte

Meditazione sulla morte

Hai mai pensato di meditare sulla morte? E’ una pratica antichissima, gli yogi di un tempo sapevano perfettamente, che la paura della morte, racchiude tutte le altre nostre paure. Dunque affrontare la paura della morte, permette di mettersi in relazione con la vita in modo autentico.

E’ evidente come per noi occidentali meditare sulla morte, e anche solo parlarne è un tabù, da questo tabù come sempre scaturiscono incertezze e mistificazioni, nei detti popolari dalle mie parti si dice che solo una cosa è certa “la morte”, ma quanto questo concetto è interiorizzato? Rispetto a tutte le altre nostre certezze, l’idea della morte ha una consistenza diversa, comprendiamo che essa è inevitabile, ma manchiamo nella capacità di metterci in relazione autenticamente.

Prova a fare questo esperimento pensa, ad una cosa che dai per certo nella tua vita, relazionati a questa certezza, che sensazione percepisci? come reagisci a questa sensazione? Ora pensa alla morte e relazionati ancora a questa certezza, che sensazione provi e come reagisci? attraverso questo esperimento potrai cominciare a comprendere, che le due certezze hanno valori diversi e non nella declinazione di bello o brutto, ma nella qualità dell’idea nella vibrazione e nella capacità di comprenderla.

Mahan Priti Anna


i miei seminari corsi e consulti sono tuti a contributo libero

Categorie
visioni

Chi sei e chi vorresti essere

C’è uno spazio tra chi sei e chi vorresti essere. in questo spazio dilatato si consuma la tua vita. in questo spazio si annidano le tue proiezioni i tuoi sentimenti, le tue angosce, i giudizi, i sogni inarrivabili e le congiure. Si le congiure, quegli atti fisici e metafisici che mettiamo in pratica, costantemente verso noi stessi per auto-sabotarci.

Perché questo spazio esiste e chi lo crea? Questo campo si produce dalle rappresentazioni dei desideri e di conseguenza anche dalle rappresentazioni delle paure, è umano l’atteggiamento che ci spinge in avanti.

Ma nella creazione di questo spazio si commettono almeno due errori:

– sei qualcosa di assolutamente estraneo a quello che sei oggi

– sei incapace di esternarti in modo particolareggiato e chiaro.

Dunque questo spazio in cui si combatte la battaglia fra destino e fato, è popolato maggiormente dai fantasmi della nostra inadeguatezza, questo accade perché abbiamo la tendenza a ripetere all’infinito le dinamiche dei dolori che non riusciamo a risolvere.

Come abitare questo spazio in maniera sana? No non si tratta solo di visualizzarti in un domani portentoso e luminoso, si tratta di accordare il tuo cuore.

Ricostruisci la tua integrità! Di fronte all’obiettivo, al sogno, siediti e guarda quanto il tuo cuore ha la capacità la volontà di adattarsi allo sforzo e alla differenziazione. a quel punto tutte le forme assumeranno un contorno più chiaro e sarai pronto a camminare verso te stesso con un pizzico di sacrificio in più ma con molti meno timori

Mahan Priti Anna


i miei seminari corsi e consulti sono tutti a contributo libero

per contatti:

Categorie
Senza categoria

Dove ho lasciato il mio affanno?

Qual’è il primo pensiero che si affaccia nella tua mente appena ti svegli? Il primo di cui hai coscienza?

Molti di noi per ritrovarsi, la mattina pensano al problema che li insegue, che li cruccia, e solo allora si riconoscono. Succede anche a te?

Questa è la prova che noi abbiamo la tendenza ad attaccarci a tutto, in particolar modo al dolore, in fondo basterebbe comprendere che le emozioni, tutte, arrivano producono una sensazione e spariscono.

Quando hai un problema, non ricercare la sensazione che quel problema ti produce, ma fermati guardalo, affrontalo, non lasciare che ti coinvolga, altrimenti la soluzione sarà sempre più lontana.

Il nostro è un continuo processo di crescita per cui il “probelma” sfacciatamente ti ributta davanti agli occhi ciò che tu non vuoi vedere; sai cosa non vuoi vedere? La tua folla forza di affrontare qualsiasi ostacolo!

Mahan Priti Anna

Categorie
Senza categoria

L’ossessione di cercare le risposte

quando un problema si presenta siamo concentrati nel trovare una soluzione, quando una domanda sopraggiunge ci azioniamo per determinare una risposta. A volte questi metodi funzionano, funzionano quando siamo connessi con noi stessi e ci fidiamo della nostra intuizione, quando invece vacilliamo, cerchiamo di vederci più chiaro lì la mente si blocca si incrina, si rifiuta di collaborare.

Quando cerchiamo disperatamente una risposta, dimentichiamo la nostra umanità e pretendiamo di innalzarci nella proiezione del nostro paradigma divino.

Quando la risposta non arriva il più delle volte è perché non ci piace quello che sentiamo e cerchiamo una risposta alternativa.

Cercare una risposta ossessivamente è come fare terra bruciata intorno a noi stessi.

Mahan Priti Anna